I risparmi della tua vita: ecco cosa li mette davvero in pericolo

Quali sono i casi in cui i nostri soldi e risparmi vengono messi a rischio: ecco tutte le situazioni pericolose

Non tutti sono a conoscenza di alcuni rischi che si corrono per i propri risparmi sui conti correnti o negli investimenti. Ci sono dei casi in cui il risparmiatore è in pericolo.

risparmi

Questo accade soprattutto per proteggerlo dall’erosione generata dall’inflazione. I conti correnti bancari postali oggi sono infruttiferi e nel tempo tenderanno a svalutarsi sempre di più. A tutto ciò si aggiunge il fatto che non sempre questi il denaro sul conto corrente resta completamente al sicuro. Ci sono infatti alcuni casi in cui i soldi, e in generale, gli investimenti, sono a rischio. Ecco quali.

Risparmi, in quali casi sono a rischio

Il primo caso in cui i nostri risparmi sono in pericolo è quello del fallimento (default) dello Stato italiano. In questa malaugurata evenienza si avvierebbe sul debito pubblico una moratoria. Ovviamente parliamo di uno degli scenario più remoti, di cui è comunque bene essere a conoscenza.

Sono a rischio anche i conti sopra i 100mila euro. Questa cifra è infatti la soglia massima di garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi per ogni correntista. Anche con la tassa patrimoniale i risparmi sono in pericolo perché una quota viene prelevata in maniera forzosa dal nostro conto corrente (come accadde in Italia nel ’92). Non dimentichiamo poi le truffe informatiche, ovvero il phishing, con il quale si tenta di svuotare i conti bancari delle vittime sfortunate. Il migliore strumento che abbiamo per difenderci dai vari rischi e mantenere intatti i nostri risparmi è sempre la diversificazione.

Un altro caso, remoto più o meno quando il fallimento dello Stato, è l’uscita dell’Italia dall’euro. In ogni caso l’attuale presidente del Consiglio Mario Draghi disse a suo tempo che l’euro è irreversibile, cosa che dovrebbe cancellare ogni preoccupazione.

Per concludere, un’altra manovra che non lascia al sicuro i nostri risparmi sono gli investimenti, in particolare in caso di fallimento di quest’ultimi. Il caso principale è quello di investire su azioni di una società che dichiara poi bancarotta.