Buone notizie, ora hai più tempo per pagare quando il Fisco ti avvisa

Adesso avrai molto più tempo per pagare dopo aver ricevuto una notifica dal Fisco. Ecco quali sono le maggiori novità

Non è affatto rara la possibilità di ricevere da parte del Fisco i tanto temuti avvisi bonari. Si tratta delle notifiche di pagamento inviate dall’Agenzia delle Entrate, le quali invitano il contribuente a modificare alcuni errori commessi in fase di compilazione della dichiarazione dei redditi.

(Ansa/Angelo Carconi)

Questa notifica potrebbe portare con sé anche delle maggiorazioni delle imposte, sanzioni e interessi. Tuttavia, da quest’anno si avrà molto più tempo per pagare dopo aver ricevuto la notifica da parte dell’Agenzia delle Entrate. Ecco quali sono le maggiori novità.

Più tempo per pagare gli avvisi bonari

Grazie al decreto Ucraina-bis verrà concesso maggior tempo a quei contribuenti che devono pagare gli avvisi bonari. Questa possibilità verrà applicata a coloro che pagano il dovuto in un’unica soluzione. Dunque, non potranno accedervi chi invece decide di optare per la rateazione del debito.

Grazie all’approvazione del decreto Ucraina-bis, D.L. 21/2022, è stata quindi introdotta in fase di conversione di legge questa possibilità. Gli importi contestati dal Fisco con gli avvisi bonari da controllo automatico sulle dichiarazioni, infatti, potranno essere pagati entro 60 giorni, anziché 30.

Il Fisco, nel caso dovesse rilevare delle incongruenze nella dichiarazione dei redditi del contribuente, infatti, potrebbe inviare una comunicazione di irregolarità: l’avviso bonario. Il contribuente può procedere al pagamento dell’importo dovuto in un’unica quota, accedendo ad una riduzione di 1/3 o attraverso delle rateizzazioni.

(Ansa/Giuseppe Lami)

Riguardo i termini di pagamento, grazie al decreto Ucraina-bis ci sarà la possibilità di una proroga. Il termine entro il quale si dovrà pagare gli importi dovuto è quindi fissato a 60 giorni, rispetto ai precedenti 30 giorni fissasti dall’articolo 2, comma 2, del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n.462.

Tuttavia, la proroga del pagamento delle imposte notificate dall’avviso bonario non sarà prorogabile a 60 giorni per coloro che opteranno per il pagamento a rate. Secondo quanto riportato nella relazione del decreto Ucraina-bis, infatti, “l’estensione del termine interessa solo coloro che effettuano il pagamento integrale delle somme dovute, non anche coloro che optano per il pagamento rateale”. In molti hanno criticato questa scelta, giudicandola senza senso e chiedendo una modifica da parte del legislatore.