6 mila euro di arretrati e 300 euro di aumento ogni mese, per alcuni italiani cambia tutto

Previsti alcuni interessanti aumenti, fino a 6mila euro per alcuni lavoratori del nostro Paese. Arrivano anche gli arretrati, ecco per chi

Si preannuncia l’arrivo di una maxi busta paga per alcuni funzionari ministeriali del nostro Paese. Per loro sono previsti aumenti fino a 6mila euro grazie all’erogazione degli arretrati. Come già annunciato, infatti, dal mese di giugno arriveranno buste paga più corpose per queste categorie di lavoratori.

(Pixabay)

Una novità che sarà sicuramente ben recepita da chi si aspettava l’arrivo degli arretrati. Ora questi lavoratori riceveranno un maxi stipendio già dal prossimo mese. Un incremento di importo che interesserà circa 141mila impiegati e funzionari ministeriali italiani.

Maxi stipendio di 6mila euro per i funzionari ministeriali

Il prossimo mese arriverà un maxi stipendio per circa 141 mila funzionari statali italiani. L’incremento riguarda il rinnovo del contratto delle Funzioni centrali, tra le quali sono compresi anche i ministeri. All’interno del contratto – firmato dall’Agenzia rappresentanza negoziale pubbliche amministrazioni (Aran), è compreso un adeguamento delle indennità di amministrazione per i dipendenti ministeriali.

Nel testo viene preso in considerazione un aumento da 63 a 117 euro lordi al mese, oltre agli arretrati, riguardo il triennio 2019-2021. Gli importi andranno da 1.680 euro lordi per i dipendenti della prima area, fino a 2.545 per chi lavora in terza area. Inoltre, un decreto della presidenza del Consiglio dei ministri ha stanziato circa 170 milioni di euro per erogare gli arretrati tramite indennità di amministrazione.

(Ansa)

Secondo quanto riportato da il Messaggero, i ministeri che ne beneficeranno maggiormente saranno quello dell’Università, per le Politiche agricole, degli Affari esteri e della Salute. Sommando, infatti, i 2.545 euro lordi di arretrati del contratto con i 3.974€ lordi della nuova indennità di amministrazione, si raggiunge la cifra di 6.519€. A questi si potranno aggiungere ulteriori 300 euro lordi mensili per far fronte agli aumenti e nuove indennità in busta paga.

Sono previste invece cifre di arretrati più piccole per altri ministeri: tra questi il ministero dell’Economia e della Giustizia, i quali avevano già ottenuto indennità maggiori in passato. I dipendenti pubblici riceveranno infatti delle cifre minori, le quali ammonteranno a 2.934 euro lordi in media.