Modello 730, oggi è il primo giorno. Quanto tempo hai a disposizione

Parte la possibilità di compilare il modello 730 e fare la dichiarazione dei redditi. Ecco quanto tempo hai a disposizione

Da lunedì 23 maggio 2022 parte la possibilità di accedere al modello 730 precompilato scaricando la documentazione direttamente dal sito dell’Agenzia delle entrate. Si tratta di alcuni modelli con all’interno alcuni dati, in possesso del Fisco, già inseriti e pronti per avviare il procedimento della dichiarazione dei redditi.

(Ansa)

Dunque, è arrivato il momento in cui si potrà, tramite il portale online di Agenzia delle entrate, accedere al modello e completare con successo la procedura. Tuttavia, è importante ricordare che ci sono delle scadenze: ecco quanto tempo hai ancora a disposizione.

Modello 730, ecco quanto hai ancora a disposizione

Dal 31 maggio, i contribuenti in possesso di Carta d’identità elettronica o Spid avranno la possibilità di modificare il modello direttamente da casa, senza l’aiuto di consulenti. Inoltre, è prevista la possibilità di gestire le pratiche di altri familiari.

Questo perché è possibile delegare una persona terza per fare richiesta di tessera sanitaria, controllare dati importanti come quelli ipotecari o catastali e, infine, consultare il cassetto fiscale. Possono ottenere la delega un coniuge o un parente entro il quarto grado. Successivamente sarà necessario inviare la comunicazione attraverso il sito dell’Agenzia, allegando una copia della carta d’identità del delegato.

La data di scadenza per l’invio del modello 730 è stata fissata al 30 settembre 2022. Coloro che, invece, accedono all’applicazione Redditi web pensata per chi percepisce redditi di impresa o svolge lavoro autonomo, avranno la scadenza fissata al 30 novembre.

(Ansa/Franco Silvi)

Dunque, sono queste le date fissate dall’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda gli ultimi giorni in cui si potrà accede, compilare, modificare e inviare i modelli utili alla dichiarazione dei redditi. Sarà necessario quindi organizzare nei tempi previsti tutte le attività e le procedure utili allo scopo.

Proprio in questi mesi sono stati resi disponibili i numeri relativi alla procedura di compilazione del modello. Secondo Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle Entrate, gli italiani hanno una sempre maggiore familiarità con questo nuovo modello messo a disposizione dallo Stato. “La dichiarazione precompilata – ha affermato Ruffini a Il Messaggero – si conferma un’utile semplificazione”.

Impostazioni privacy