Perchè i pensionati dovrebbero fare la dichiarazioni dei redditi, anche se non è obbligatoria

Modello 730/22 è obbligatorio per i pensionati? I casi previsti e tutte le eventuali detrazioni per rimborsi Irpef.

Il modello 730 viene utilizzato per la dichiarazione dei redditi dei lavoratori dipendenti e pensionati. Il termine per informare l’Agenzia delle Entrate è il 30 settembre. Per i titolari di reddito da pensione in alcuni casi non è obbligatoria la dichiarazione dei redditi. Andiamo a vedere quali sono i casi previsti per esonero invio modello 730.

controllimodello73020211202_missionerisparmio.it_

Dichiarazione redditi obbligatoria per i pensionati?

La dichiarazione dei redditi in generale è obbligatoria ma ci sono alcune situazioni nelle quali è previsto l’esonero dall’invio del modello 730. Nel caso dei pensionati, la dichiarazione redditi non è obbligatoria se:

  • non ci sono imposte da versare in quanto il reddito è al di sotto no tax area
  • imposte già versate sull’unico reddito da pensione
  • redditi esenti per cui in origine non deve versare nulla

Quando conviene fare dichiarazione redditi per un pensionato?

E’ consigliabile inviare dichiarazione redditi pensionati quando hanno spese che rientrano nelle detrazioni fiscali le quali portano al rimborso Irpef.  Di seguito l’elenco spese detraibili al 19%:

  • sanitarie, ma solo per la parte che eccede la franchigia di 129 euro
  • mediche e sanitarie per persone con disabilità
  • veterinarie
  • acquisto di cani guida
  • interessi passivi del mutuo per chi ha comprato l’abitazione principale
  • spese per pagare l’affitto
  • spese per università pubbliche o private
  • abbonamento ai mezzi pubblici
  • assistenza personale di anziani o persone affette da disabilità
  • le attività sportive dei figli
  • l’asilo nido
  • spese funebri
  • spese per intermediazione immobiliare
  • spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede
  • premi per assicurazioni per rischio di non autosufficienza