Planimetrie, perchè sei obbligato a comunicare le variazioni all’Agenzia delle Entrate

Quando si eseguono delle modifiche su un immobile è necessario comunicare le variazioni all’Agenzia delle Entrate. Ecco perchè sei obbligato ad aggiornare le planimetrie catastali.

Per planimetria catastale si intende una rappresentazione che solitamente si fa di qualsiasi edificio per poter individuarne tutte le caratteristiche. Essa per altro deve rispondere a precisi requisiti per non incorrere in problemi anche seri con la legge. A tal proposito, infatti, quando si eseguono delle variazioni sull’immobile è necessario comunicarle all’Agenzia delle Entrate.

Attraverso la planimetria catastale è possibile individuare una serie di dettagli molto importanti relativi all’immobile in questione come, ad esempio, i confini, gli ambienti come anche l’uso di cui se ne fa. Per questo motivo, è chiaro che è necessario aggiornarla ogni volta che si attuano dei cambiamenti sull’immobile in modo tale da renderla corrispondente allo stesso. Se ciò non avviene, difatti, colui che sta per concludere una compravendita, ad esempio, può incorrere in una serie di conseguenze legali. In presenza di difformità, in particolare, è previsto anche l’annullamento dell’atto di vendita. Di conseguenza si suggerisce di controllare la regolarità o meno del documento in esame.

Nel caso in cui doveste accorgervi di qualche irregolarità, dunque, è bene rimediare mettendovi in regola aggiornando la planimetria catastale. Ciò deve avvenire ad esempio nel caso si siano eseguiti interventi che abbiano comportato l’eliminazione di un ingresso o la modifica del numero dei vani. Il costo per eseguire l’aggiornamento varia in base ai casi e parte da un minimo di 350 euro fino anche ad un massimo di 600 euro. Per quanto concerne l’entità delle sanzioni queste possono variare da un minimo di mille euro ed arrivare anche fino ad un massimo di 8 mila euro. Oltre a ciò va precisato che quando si effettuano i lavori sull’immobile, si ha tempo fino a 30 giorni per poter procedere con l’aggiornamento della planimetri catastale. Dopo il predetto termine, difatti, si va incontro alle predette sanzioni. Di conseguenza, più passa il tempo e maggiore sarà l’entità delle stesse. Il consiglio dunque è quello di mettersi in regola al più presto e scongiurare problemi anche seri con l’Agenzia delle Entrate.