Casa acquistata lo scorso anno: cosa recuperare in dichiarazione dei redditi 2022

Per i cittadini che hanno comperato una casa o un appartamento nella stagione passata, vi è la chance di recuperare delle spese nella dichiarazione dei redditi 2022. Ma quali? E come fare, seguendo quali iter? Ecco quello che è importante tenere a mente.

Se avete realizzato il grande sogno di comprare una casa l’anno scorso, sappiate che avete anche l’occasione, nel 2002, di recuperare delle spese nella dichiarazione dei redditi. Quanto si può recuperare? Facciamo chiarezza.

dichiarazione redditi
dichiarazione redditi / Fonte: Pexels

Per l’acquisto della casa avvenuto l’anno al 2002, dunque nel 2021, ci sono delle importanti opportunità di recupero di spese relative proprio all’acquisto. Come avvenuto anche l’anno scorso infatti, anche nel 2022 è possibile condurre in detrazione alcune spese utili e propizie per l’acquisto di una casa sulla propria dichiarazione dei redditi.

In tal senso i contribuenti che nel corso dell’anno d’imposta 2021 hanno comperato una casa possono, quando e se sono rispettati alcuni requisiti, godere di un rimborso Irpef corrispondente al 19% delle spese di intermediazione immobiliare che sono state affrontate dal compratore nell’acquisto della propria abitazione principale.

C’è anche una chance in più, vale a dire quella di avere un rimborso delle spese notarili e di quelle accessorie, e, per gli under 36 che tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2022 hanno comprato la prima casa c’è la possibilità di accedere al bonus di acquisto.

Rimborso Irpef acquisto: come averlo

dichiarazione redditi
dichiarazione redditi / FONTE: pEXELS

Ecco dunque tutte le informazioni utili per poter godere di queste possibilità di risparmio e di recupero di spese. In primis è cruciale ricordare che per poter godere del rimborso la cifra deve essere pagata solo usando mezzi di pagamento tracciabili.

Per di più si tratta di una chance valida una volta per anno, quindi si potrà ottenere solo per le intermediazioni immobiliari avvenute nel corso del 2021, e non anche per gli anni precedenti. In questo caso, la richiesta di rimborso doveva essere fatta nell’anno precedente e non è più possibile farla.

Il rimborso Irpef di cui si parla è pari al 19% delle spese di intermediazione, e può giungere ad un massimo di 1000 euro, godibili in caso di acquisto di abitazione principale. Per poter avere il beneficio della detrazione è vitale essere in possesso della documentazione richiesta e di determinati requisiti.

Le condizioni necessarie per il rimborso

dichiarazione redditi
dichiarazione redditi / Fonte: Pexels

Per poter accedere al rimborso Irpef il contribuente deve aver affrontato delle spese di intermediazione immobiliare per l’acquisto dell’abitazione primaria, e nel dettaglio deve essersi avvalso di un intermediatore immobiliare, vale a dire un agente immobiliare che operi per un’agenzia iscritta al Registro delle Imprese. Inoltre si può ottenere il rimborso appena se l’intermediazione sia realizzata in relazione all’acquisto della prima casa e sarò necessaria un’autocertificazione.

Nel caso in cui l’immobile fosse in comproprietà e pertanto gli acquirenti fossero più di una persona, si potrà usufruire di percentuali diverse del rimborso, in proporzione al grado di proprietà.

Come si compila la dichiarazione dei redditi per il rimborso? La compilazione della dichiarazione, sia nel caso del 730/2022, sia nel caso in cui si goda del Modello Redditi PF 2022, non è complessa.

Nello specifico, la compilazione del modello 730/2022 prevede che si utilizzi il quadro E “Oneri e spese”, nella “Sezione I”, andando a compilare il rigo E8, oppure E9, o E10, denominati “Altre spese”. Bisognerà inserire nella sezione “codice spesa” il codice 17, compilando la colonna di fianco con la spesa sostenuta.

Per chi usa il Modello Redditi PF 2022 bisogna poi redarre la “Sezione I”, del quadro RP “Oneri e spese”. Il rigo interessato è il RP8, o uno dei ulteriori fino al RP13, ovvero quelli intitolati “Altre spese”. Il codice da inserire è sempre il 17, nella colonna 1, mentre la 2 sarà da compilare inserendo le spese sostenute.