Modello 730, così il fisco guadagna dai tuoi errori

È sempre importante fare attenzione nel momento della dichiarazione dei redditi. Ecco come guadagna il fisco dai tuoi errori con il Modello 730

Quello della dichiarazione dei redditi è un momento complicato a cui è necessario prestare la massima attenzione. Non è affatto raro, infatti, commettere degli errori durante la compilazione del famigerato modello 730, i quali potrebbero costarti molto caro e far guadagnare il Fisco.

(Ansa/ Franco SIlvi)

Secondo quanto riporta il Sole 24 Ore, infatti, il Fisco è riuscito ad incassare circa 5,25 miliardi di euro nel 2021 su 40 milioni di dichiarazioni dei redditi, come Iva, 730, Irap e Redditi. Una cifra niente male se pensiamo che si tratta di errori di compilazione. Ecco, quindi, a cosa devi fare attenzione.

A cosa fare attenzione quando compili il modello 730

Fare la dichiarazione dei redditi ogni anno è necessario per essere in regola con il pagamento dei tributi e rispettare quello che è il sistema fiscale italiano. Nonostante è molto frequente rivolgersi a professionisti come i commercialisti o il Caf, non è affatto raro andare in contro ad errori durante la compilazione del modello 730.

Nel caso in cui, infatti, ci si rende conto di aver commesso degli errori durante il procedimento della dichiarazione, è necessario comunicare l’errore al consulente di fiducia, in modo da procedere con la compilazione del 730 rettificativo e riparare all’errore.

Nel caso in cui, invece, ci si è accorti di non aver inserito tutte le informazioni utili, è possibile ricorrere al modello 730 integrativo. Anche in questo caso, con questo modello vi è la possibilità di correggere gli errori commessi. Nella maggior parte dei casi, questi errori comportano per il contribuente che li commette un debito maggiore nei confronti del fisco oppure un rimborso minore rispetto a quanto dovuto.

(Ansa)

La scadenza del modello integrativo è fissata al 25 ottobre di ogni anno. In questo modo, possiamo correggere i dati e le informazioni riguardo il sostituto d’imposta, oppure riparare agli errori riguardo la quantità di credito o debito inserita nella precedente domanda.

Ogni modello 730 integrativo, ha un differente codice, che ne identifica la diversa tipologia. Il modello integrativo con codice 01, infatti, è utile alla correzione dei redditi dichiarati in eccesso, o all’inserimento degli oneri detraibili o deducibili; quello con codice 02, invece, serve a correggere le informazioni del sostituto d’imposta; mentre con codice 03 è possibile correggere sia le informazioni del sostituto d’imposta che i dati riguardo oneri detraibili e deducibili.