Bonus 200 euro, quando il datore di lavoro non può darteli

Il bonus 200 euro di luglio non scatta automaticamente per i lavoratori dipendenti. Fondamentale è l’autocertificazione da consegnare al datore.

Nodo autocertificazione per bonus 200 euro. Il Governo Draghi, nel Decreto Aiuti, ha previsto questo bonus per calmierare i rincari dei prezzi. I destinatari di queste agevolazioni saranno lavoratori dipendenti, autonomi, pensionati e disoccupati e precettori del Reddito di Cittadinanza. In totale saranno 31,5 milioni i soggetti interessati a tale agevolazione una tantum.

Il bonus 200 euro di luglio viene erogato automaticamente a pensionati, disoccupati e precettori del Reddito di Cittadinanza. Per i lavoratori dipendenti non sarà così: servirà una autocertificazione.

Autocertificazione bonus 200 euro lavoratori dipendenti

Nell’articolo 31 del Decreto Aiuti  del 17 maggio 2022 sottolinea l’importanza della autocertificazione per il lavoratore dipendente:

“Tale indennità è riconosciuta in via automatica, previa dichiarazione del lavoratore di non essere titolare delle prestazioni di cui all’articolo 32, commi 1 e 18″.

Il lavoratore che, pur avendo tutti i requisiti economici per ricevere l’indennità, non presenta al datore l’autocertificazione non si vedrà riconosciuto il bonus automaticamente a luglio perdendo così i 200 euro.

Cosa scrivere nell’autocertificazione bonus 200 euro?

L’autodichiarazione dovrà contenere obbligatoriamente: i dati anagrafici, il codice fiscale e il nome del datore di lavoro Nel modulo si deve inoltre dichiarare di essere in possesso dei requisiti necessari per ottenere il bonus da 200 euro. Uno dei quali è aver beneficiato dell’esonero contributivo dello 0,8% nel primo quadrimestre del 2022 per almeno una mensilità.

Altro requisito è non essere titolare di trattamento pensionistico o di reddito di cittadinanza, perché in questo caso il bonus non deve essere erogato dal datore di lavoro ma dall’Inps. Inoltre non bisogna essere beneficiario di altri bonus con altri datori di lavoro poiché i 200 euro sono una tantum.

Dove trovare modello autocertificazione bonus 200 euro?

Il modello da scaricare è quello presente sul sito dei Consulenti del Lavoro. Si tratta di un fac-smile utilizzabile fino a quando l’INPS non provvederà a pubblicarlo sui propri canali ufficiali. Tuttavia reperire il modello sta diventando sempre più difficile per i lavoratori dipendenti con il rischio concreto di non vedersi riconosciuto il bonus dello Stato nella busta paga di luglio.