Carburanti, il Governo è convinto di aver trovato i soldi per andare avanti

Caro carburanti e bollette, filtrano buone notizie da Palazzo Chigi. L’esecutivo sembra aver trovato le risorse per prorogare il taglio delle accise in scadenza il prossimo 8 luglio.

Il Governo ha trovato nuove risorse per scongiurare un nuovo aumento dei carburanti. Il prossimo 8 luglio scade infatti il decreto che prevede il taglio delle accise sui carburanti. Una mossa quella di Draghi per limitare gli effetti della guerra tra Ucraina e Russia.

Nonostante il taglio delle accise, il prezzo dei carburanti continua a salire sfondando abbondantemente il muro dei 2 euro al litro. Questo rincaro sta avendo effetti disastrosi sugli autotrasportatori, sulle aziende e sulle famiglie le quali si trovano a fare i conti con un boom di prezzi a fronte di un potere d’acquisto sempre più minore.

Nuovo decreto carburanti: le date

Il Governo dovrà approvare obbligatoriamente entro il 30 giugno il nuovo decreto per contenere il prezzo dei carburanti. Fino a qualche settimana fa c’era grossi dubbi sulla proroga del taglio accise. Adesso Draghi sembra aver trovato le risorse per questo intervento economico.

Il nuovo decreto, che coinvolgerà anche il contenimento dei rincari sulle bollette dell’energia elettrica, troverà copertura finanziaria grazie all’extragettito fiscale derivante dalle imposte indirette che dovrebbe garantire oltre 6 miliardi di euro. Una somma che cospicua in grado di garantire un contenimento dei prezzi per carburanti e bollette.

(ANSA/Filippo Attili)

Cosa è extragettito fiscale?

Per gettito fiscale si intende l’insieme delle entrate nell’erario di uno Stato che derivano dall’imposizione fiscale di questo sui cittadini contribuenti.  Nel corso del 2021 le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica sono state pari a 496.094 milioni di euro con un aumento di 48.497 milioni di euro rispetto all’anno 2020 (+10,8%).

L’extragettito si ha quando si registra una eccedenza rispetto all’introito tributario previsto. Nel caso dell’Italia, la somma è superiore ai 6 miliardi di euro.

 

Quando entra in vigore nuovo decreto Benzina e bollette?

Entro il 30 giugno dovrà essere approvato. La durata del nuovo decreto dovrebbe essere fino all’8 settembre 2022. In questo modo si ridurrebbe il caro carburante nel periodo estivo con le famiglie in vacanza. Il Governo starebbe valutando di alzare lo sconto di altri 5 centesimi. Ad oggi c’è stato un taglio pari a 30.5 centesimi. Il nuovo intervento dovrebbe portare ad un risparmio totale di 35 centesimi.