Bollo auto e superbollo: novità per il 2023. E sono quasi tutte buone

Il 2023 si prospetta un anno di novità per quanto riguarda bollo e superbollo, in gran parte positive. Ecco tutto quello che occorre sapere per la più importante tassa degli automobilisti.

Il 2023 porterà con se diverse novità per le strade italiane. Non soltanto riguardo bollo e superbollo, ma anche per le auto aziendali ci saranno delle nuove direttive. Il tutto è stato messo nero su bianco con il disegno di legge fiscale presentato dal Governo Draghi. In particolare potrebbe arrivare la soppressione del superbollo.

Andando nello specifico, il disegno di legge fiscale presentato dal Governo in Parlamento comincia parlando delle accise sulla benzina. Si parla di un inasprimento della pressione fiscale sul gasolio. La novità si annovera tra le scelte politiche del Governo Draghi a sfavore dei veicoli molto inquinanti. La maggiore tassazione del gasolio, che verrebbe portato allo stesso livello della benzina, vorrebbe disincentivare l’utilizzo di veicoli che utilizzino l’una o l’altra forma energetica. Questo, tuttavia, va a sfavore delle molte persone con mezzi a benzina o gasolio, che si vedono distrutti i risparmi, seppur miseri, dati dal taglio delle accise sulla benzina a fronte dell’aumento del prezzo del carburante.

Per quanto riguarda il superbollo, questo potrebbe essere totalmente eliminato. La sovrattassa sui veicoli ad alta potenza è una di quelle che porta meno introiti allo stato, perciò non ci sarebbero problemi a toglierla del tutto senza pesare eccessivamente sulle finanze statali. Nessuna variazione, invece, sulla normale tassa del bollo auto. Quella non verrà toccata in nessun modo dalle nuove regole.

Arriviamo infine alle novità per quanto riguarda le auto aziendali. Per quanto riguarda questa voce, le novità più importanti in vista per il 2023 riguardano l’IVA. Secondo il disegno di legge del Governo Draghi, dall’anno prossimo sarà possibile un aumento della soglia di detraibilità dell’imposta sul valore aggiunto. Attualmente la soglia è ferma al 40%. A proposito delle auto aziendali, poi, sono stati pubblicati i fringe benefit 2022.

Impostazioni privacy