200 euro non bastano. Questa estate ne perderai 500

Questa sarà un’estate dai costi elevati: sfuma il bonus 200 euro di Luglio a causa dei rincari su tutto. Vediamo insieme quanto costerà una vacanze nel 2022.

Le ferie quest’anno sembrano un lusso che non tutti potranno permettersi. Secondo gli ultimi calcoli per una vacanza la spesa è salita di circa 700 euro in più rispetto allo scorso 2021. Per molti è l’addio, si spera temporaneamente, alle vacanze di una settimana.

L’aumento dell’inflazione sta causando danni ovunque; l’aumento del costo dell’energia ha causato una reazione a catena che ha fatto lievitare anche i costi degli alimentari e dei beni primari. Era inevitabile un rincaro, dunque, anche sul costo di una vacanza, nella quale vanno considerati trasporti, consumi degli alloggi, cibo.

Quest’anno per esempio, una settimana in montagna costa una media di 4.128 euro rispetto ai 3.829 del 2021. Gli stessi i prezzi di una settimana al mare, da 4.152 a 4.849. Un rincaro medio di 500 euro per una vacanza, la prima tra l’altro senza troppe restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19.

Insomma, se gli italiani non vogliono rinunciare alle vacanze per il terzo anno di fila, l’unica soluzione furba è la mini vacanza, da 3 o 4 giorni al massimo. In questo modo sarà possibile contenere leggermente i costi senza rinunciare ad una meritata pausa estiva per tutta la famiglia.

Ferie dai prezzi proibitivi: molti italiani non potranno permettersele

L’inflazione non raggiungeva livelli dal genere dal lontano 1986; i salari ovviamente sono sempre gli stessi e vengono letteralmente prosciugati dalle spese giornaliere.

Difficile dunque permettersi una vacanza. Per esempio una famiglia media, con due adulti e due bambini, dovrebbe spendere circa 5mila euro per una settimana al mare. Mille euro in meno per una settimana in montagna, ma i prezzi sono comunque elevati.

 

L’Osservatorio nazionale di Federconsumatori ha stimato anche i cosi dei trasporti, la prima enorme spesa di quest’anno. Considerando sempre una famiglia media, con la benzina a più di 2 euro si spendono 102 euro circa solo per il pieno; un rincaro del 25%. Per un pranzo frugale con panino, bibita e caffé servono circa 50 euro. In più viaggiando in auto bisogna anche pagare i pedaggi autostradali più cari dell’1,5%. Altri 46 euro andati.

Insomma, se consideriamo questi prezzi sia all’andata che al ritorno più il costo del soggiorno, parliamo di cifre davvero stratosferiche. Per molti italiani quest’estate 2022 sarà l’ennesima trascorsa in casa.