Acqua, luce ed elettricità: in arrivo altri bonus

Il Governo interviene ancora contro l’aumento dei prezzi delle bollette che stanno affliggendo gli italiani. Arrivano nuovi bonus in soccorso delle famiglie e delle imprese oberate dai rincari.

L’aumento del prezzo dell’energia sta dando luogo a un vero e proprio salasso per gli italiani. Sia le famiglie che le imprese stanno faticando a tenere il passo con gli aumenti e così il Governo torna a mettere la mani sul problema.

Il 30 giugno è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto 80/2022, con il qualche l’esecutivo guidato da Mario Draghi dichiara che i titolari di bonus sociali vedranno bloccati i prezzi dell’energia per tutto il terzo trimestre 2022. Questo significa che circa 3 milioni di famiglie in Italia potranno tirare un sospiro di sollievo, consapevoli che i prezzi delle bollette, quantomeno, non aumenteranno nei prossimi mesi. Il bonus bollette viene assegnato alle famiglie in difficoltà economiche per far fronte agli aumenti di questo periodo.

I bonus sociali sono 3 e coprono 3 diversi tipi di necessità per la casa: bonus elettrico, bonus idrico e bonus gas. Per ognuno dei tre bonus ci sono dei requisiti specifici da soddisfare per potervi accedere, ma in linea di massima tutti e tre hanno dei comuni denominatori:

  • Indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  • Avere una famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico) e un ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • Essere titolare di Reddito di Cittadinanza o di Penisione di Cittadinanza.

Con il nuovo decreto del 30 giugno 2022, il Governo ha alzato la soglia di indicatore ISEE per poter accedere ai bonus sociali da 8.265 euro a 12.000 euro per le forniture di elettricità e gas, ampliando notevolmente la platea di possibili percettori.

I bonus sociali vengono calcolati e aggiunti automaticamente sulle relative bollette. Perché questi calcoli avvengano, occorre che le famiglie che ne hanno diritto presentino ogni anno a Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). L’ammontare del bonus, è strettamente correlato a quanti sono i componenti del nucleo familiare, inclusi nella Dichiarazione Sostitutiva Unica (Dsu). I nuclei composti da massimo due persone, riceveranno 165,60€ a trimestre. Le famiglie composte da tre o quattro persone riceveranno 200,70€, mentre quelle che superano i quattro elementi riceveranno 235,80€ al mese.