Biliardini e flipper in spiaggia, cosa ha deciso di fare il Governo, alla fine

Alla fine i biliardini e i flipper potranno stare in spiaggia? Ecco cosa ha deciso il Governo. 

Negli ultimi giorni si è creata una vera e propria polemica attorno alla presenza, nei bar, di biliardini e flipper. Ecco la decisione finale del Governo, comunicata direttamente dall’Agenzia delle Dogane.

Nelle ultime settimane era uscita fuori la notizia riguardo una possibile multa per tutti i bar, circoli o sale giochi che avevano i calciobalilla o biliardini e flipper. L’Agenzia delle Dogane era pronta a tassare tutte le attività commerciali che possedevano questi giochi e regolarizzare il tutto. Questi apparecchi, infatti, erano stati paragonati a slot machines e videopoker. Infatti per averli serve l’autorizzazione dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli.

Per avere dunque biliardini o flipper nei bar c’era bisogno dell’autorizzazione da parte dell’Agenzia. Altrimenti si rischiava una multa salata. Una notizia che ha fatto, in poco tempo, il giro del web e che è diventata virale sui social con molte proteste da parte dei cittadini e dei proprietari dei bar. La realtà però è un’altra. In una nota arriva l’annuncio su questo argomento. Un sospiro di sollievo per molte attività commerciali con gli imprenditori che non erano pronti a questa ennesima tassa.

Attraverso un elenco, l’Agenzia delle Dogane, sono stati resi noti tutti quegli apparecchi che non hanno bisogno di certificazione perché sono senza vincita di denaro. Tra questi figura anche il biliardino così come il flipper. Presenti anche le freccette, tavoli da ping-pong, apparecchi per minigolf e pugnometri. Questi sono gli accessori che fanno parte dell’elenco AMEE (Apparecchi Meccanici ed Elettromeccanici Esentati).

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha chiarito questa situazione con tali apparecchi, senza vincita in denaro, che saranno esentati da certificazioni e autocertificazioni. La decisione arriva subito dopo l’audizione della Commissione parlamentare d’inchiesta sul gioco ed è siglata dal direttore generale Marcello Minenna.

“Per tutti gli apparecchi che sono messi in esercizio in luoghi all’aperto al pubblico, circoli, associazioni o qualunque altra specie di attività di spettacolo viaggiante”, queste sono le disposizioni. L’elenco degli apparecchi sarà aggiornato entro il 15 novembre di ogni anno anche su richiesta dei gestori stessi.