Bonus 200 euro, cosa accade se già usufruisci della Legge 104

Di dubbi sul bonus 200 euro ne abbiamo ampiamente parlato ma rimangono delle domande: i percettori della 104 avranno diritto anche al bonus?

Il bonus 200 euro, l’aiuto varato dal Governo nel decreto di Maggio, per aiutare i cittadini a far fronte ai rincari, dovrebbe essere elargito ad una platea davvero ampia di beneficiari, ma ci saranno delle categorie che rimarranno escluse.

Sappiamo che il bonus sarà elargito intanto a tutti i soggetti che per l’anno 2021 hanno dichiarato un reddito non superiore ai 35.000 euro lordi annui. Tra questi i primi a riceverlo saranno i lavoratori dipendenti, i pensionati e tutti i percettori del Reddito di Cittadinanza.

Inclusi anche tutti i lavoratori autonomi, a partita iva, i lavoratori stagionali, colf e badanti. Insomma una manovra che coinvolgerà milioni di italiani, ma non tutti. È dunque lecito chiedersi se, dato che i pensionati riceveranno il bonus, anche i già beneficiari della legge 104 ne avranno diritto.

Pensione d’invalidità e bonus 200 euro: è possibile riceverlo? Ci sono dei casi particolari

Una buona notizia per tutti i percettori dell’assegno di invalidità secondo la legge 104: sì, anche questa grande categoria di soggetti ha diritto a ricevere il bonus una tantum dal valore di 200 euro. La stessa regola si applica a chi percepisce la pensione di invalidità e chi riceve dall’INPS pensione o assegno sociale.

C’è un piccolo però. Non tutti gli invalidi avranno diritto al bonus. Nella lista pubblicata dall’INPS dei futuri possibili beneficiari sono stati esclusi tutti coloro che percepiscono la pensione di invalidità più l’indennità di accompagnamento. In questo caso, dunque, il bonus 200 euro non verrà elargito.

Vengono però aggiunti alla lista dei fortunati che potranno riceverlo anche i sordi e ciechi, assoluti o parziali, che sono già percettori di una pensione non reversibile. Ricordiamo che secondo le recenti voci il bonus potrebbe essere replicato anche ad Agosto e Settembre.