Bonus 200 euro, chi vedrà i soldi solo dopo il 31 Ottobre

Per chi chi deve fare domanda relativa al bonus 200 euro sono due le scadenze da ricordare: il 30 settembre 2022 e 31 ottobre 2022. Ma per chi valgono queste date? E in che modo occorre comportarsi? Andiamo a capire nel dettaglio.

Quando si parla di bonus 200 euro, come noto, bisogna fare attenzione ad alcuni semplici ma necessari parametri e a delle tempistiche ben chiare: fine settembre e fine ottobre. Perché? E a cosa si riferiscono queste due date? Ecco la spiegazione.

Sono poche le categorie di lavoratori che non devono fare domanda per il noto bonus 200 euro. Vale a dire i lavoratori dipendenti, i pensionati e coloro che percepiscono prestazioni INPS come reddito cittadinanza, Naspi.

Per loro il bonus sarà automatico. Anche se non è esattamente così pure nel loro caso. Infatti, come potrebbero obiettare i tanti lavoratori del comparto privato, proprio i dipendenti del settore privato devono presentare in modo preventivo in azienda il modello autocertificazione bonus 200 euro per ottenerlo in busta paga.

Con questo modulo i lavoratori dichiarano di possedere i requisiti per averlo. Per gli statali, invece, sarà automatico.

Date e tempistiche per il bonus 200 euro

missionerisparmio.it

Il beneficio per i dipendenti è pagato dunque in forma diretta da datore di lavoro sulla retribuzione di competenza del mese di luglio 2022. I pensionati e altri percettori di prestazioni INPS, lo ottengono viceversa dall’istituto e sempre in modo automatico.

Ma la domanda per il bonus 200 euro ha efficacia seguendo una doppia scadenza in altri casi. Le altre categoria di soggetti coperti dal bonus 200 euro, infatti, devono presentare domanda se voglio ottenerlo, e sempre se ne hanno i requisiti. A riguardo ci sono due scadenze da considerare, ossia:

  • 30 settembre 2022
  • 31 ottobre 2022.

Devono presentare richiesta entro il 30 settembre 2022, i lavoratori domestici colf e badanti.

Domande da presentarsi entro Ottobre

/ Fonte: Pexels

Ancor più diversa poi è la posizione per altri tipi di lavoratori e professionisti che, nello specifico, devono per forza di cose presentare la domanda entro un’altra data ancor più spostata nel tempo.

La domanda bonus 200 euro, infatti, scade il 31 ottobre 2022 per le seguenti categorie:

  • i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa
  • gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo
  • gli autonomi occasionali (senza partita IVA)
  • stagionali, a tempo determinato e intermittenti (compresi i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo);
  • incaricati alle vendite a domicilio.

La cifra verrà erogata solo dopo la presentazione della richiesta e presentare la domanda si possono scegliere tra diverse modalità: in via telematica attraverso il servizio web disponibile sul sito istituzionale dell’INPS. Il percorso da seguire è “home – Prestazioni e Servizi – Servizi – Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”. Per l’accesso è necessario autenticarsi con SPID, CIE o CNS
contact Center Multicanale, telefonando.

Le alternative sono quella di chiamare al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) o al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori), o in alternativa rivolgersi ad un istituto di Patronato.