In pensione a 64 anni con 20 di contributi; che stipendio ti spetta

L’obiettivo di tutti i lavoratori è andare in pensione prima possibile: a quanto ammonta l’assegno con i 20 anni di contributi

Il problema della pensione e del suo raggiungimento preoccupa molti lavoratori ultimamente, che non hanno la certezza di maturare i requisiti per sbloccare il diritto ad un assegno previdenziale. Non è più così facile raggiungere i 20 anni di contributi (requisito minimo per la pensione) con la crisi economica di oggi e il precariato.

Sono tanti i lavoratori che puntano ad uscire prima dal mondo del lavoratore e questi devono sapere che è possibile farlo attraverso alcune opzioni per raggiungere la pensione anticipata, che sono applicabili anche per chi ha maturato solo 20 anni di contributi. Calcoliamo intanto che per andare in pensione a 64 anni è necessario mantenere per 20 anni uno stipendio medio di 2.700 euro, ovvero un reddito annuo lordo di 37.800 euro.

Pensione a 64 anni, a quanto ammonta l’assegno

In questa casistica, l’assegno della pensione ammonterebbe a 1.300 euro. Oltre ai 20 anni di contributi, versati tutti nel sistema contributivo, per andare in pensione a 64 anni è necessario che l’importo della pensione spettante sia pari o superiore a 2,8 volte l’assegno sociale Inps (che ad oggi è pari a 460 euro circa). Questo requisito basato sull’importo rende questa misura esclusivamente appannaggio di chi, pur avendo avuto una carriera molto breve, ha avuto retribuzioni medio alte che gli permetteranno questo assegno.

Questa misura di cui si è parlato è prevista dalla legge Dini, la quale stabilisce che i venti anni o più di contributi devono essere stati versati tutti nel sistema contributivo, ovvero dal 1996 in poi.