Non solo Bonus: 100 euro in più e tutti gli arretrati. A chi spettano per legge

Questo Luglio non è solo il mese dei bonus, ma anche degli aumenti agli stipendi: fino a 250 euro in busta paga a fine mese. Ecco a chi spettano.

Saranno 550mila i lavoratori italiani che nella busta paga di questo mese di Luglio 2022 troveranno non solo il bonus 200 euro, ma anche un bell’aumento sullo stipendio.

In questo periodo di crisi economica qualche banconota in più non fa certo male. Inoltre sono stati rinnovati anche diversi contratti di lavoro, rimandati a causa della crisi sanitaria del biennio 20-22. La ripresa è iniziata già in primavera, con la firma di oltre 220mila rinnovi contrattuali.

Chi ha firmato in questo periodo, si è visto aumentare lo stipendio di 100 euro al mese, ma non solo. Per questi lavoratori, i quali contratti erano scaduti anche da diversi mesi, sono stati previsti anche tutti gli arretrati.

Scatta anche un aumento di 90 euro per tutti i dipendenti della sanità pubblica, già annunciato da diverso tempo, dopo la riqualificazione di tutto il comparto sanitario, principale fronte di difesa contro il nuovo covid-19.

Aumenti e arretrati dal 1° Gennaio 2021: chi li riceverà

Il Ministero della pubblica amministrazione ha deciso un incremento medio di 91 euro lordi per 13 mesi. Secondo i calcoli del Ministero, tra aumenti e bonus nelle tasche di tanti dipendenti entreranno tra i 175 euro ai 250 euro lordi al mese, per un anno intero.

In alcuni casi la somma potrebbe diventare anche più ricca: gli infermieri per esempio riceveranno un aumento di 158 più altri 100 euro se lavorano in pronto soccorso. Sommati ai bonus si tratta di una bella cifra.

La proposta al momento non è ancora ufficiale; si attende principalmente l’approvazione del Comitato degli operatori sanitari, poi la proposta può passare all’osservazione da parte del Governo e della Corte dei Conti. Quando i contratti saranno effettivamente operativi, avranno decorrenza dal 1° Gennaio 2021.