Bonus 200 euro, attenzione alle scadenze per domande e autocertificazione

Si avvicina la scadenza per presentare la domanda per beneficiare del bonus 200 euro da parte del Governo Draghi

Novità importanti per il bonus 200 euro per i lavoratori. L’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha infatti aggiornato le date di erogazione per tutti coloro che hanno diritto al beneficio. Ricordiamo che all’inizio l’indennità era prevista nella busta paga di luglio 2022 per i lavoratori dipendenti pubblici e privati. Inoltre il bonus a luglio era previsto anche sul cedolino pensione dei pensionati ed ai precettori del Reddito di Cittadinanza. Tra queste categorie, i lavoratori dipendenti privati sono stati gli unici a dover presentare una domanda al datore di lavoro per vedersi riconosciuto il bonus. Il resto ha avuto i 200 euro in maniera automatica senza alcun tipo di istanza.

Bonus 200 euro: i requisiti

E’ importante riepilogare quali sono i requisiti richiesti per beneficiare dell’indennità una tantum. Non tutti i lavoratori hanno diritto a riceverla. Nello specifico, può richiedere il bonus chi:

  • ha un reddito inferiore ai 35 mila euro lordi;
  • non è titolare di prestazioni di cui all’articolo 32, commi 1 e 18 del decreto Aiuti
  • ha beneficiato nel primo semestre 2022 dell’esonero contributivo dello 0,8% previsto dall’articolo 1, comma 121, della legge n. 234 del 2021, per almeno una mensilità.
(Ansa)

Bonus 200 euro: entro quando presentare domanda?

Il termine di presentazione della domanda bonus 200 euro è stata prorogata. I lavoratori dipendenti del settore privato dovevano presentarla entro lo scorso 30 giugno 2022. Questa data è stata spostata adesso entro la fine del mese di luglio. Chi ha i requisiti per richiedere il bonus deve dunque affrettarsi per non rischiare di perderlo.

Va inoltre ricordato che il bonus 200 euro viene erogato con una tempistica diversa a secondo delle categorie di lavoratori. Inoltre bisogna chiarire che:

  • i lavoratori dipendenti avranno l’indennità dai propri datori di lavoro direttamente in busta paga
  • la domanda di bonus da parte dei lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti nonché degli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo deve essere presentata esclusivamente se tali lavoratori non percepiscono il bonus direttamente dal datore di lavoro in quanto titolari di rapporto di lavoro nel mese di luglio 2022
  • i titolari delle prestazioni NASpI e DIS-COLL nel mese di giugno 2022, otterranno l’erogazione d’ufficio del bonus 200 euro da parte dell’Inps, senza necessità di inoltrare la domanda.