I call center continuano a chiamare nonostante il blocco: ecco come aggirano il divieto

I call center possono continuare a chiamare nonostante il blocco? Ecco in che modo riescono ad aggirare il divieto. 

A chi non è mai capitato di essere importunato con telefonate da parte di call center a tutte le ore del giorno. Si tratta di una pratica selvaggia messa in atto a discapito dei cittadini che purtroppo possono ricevere chiamate anche dopo il blocco.

Con il nuovo registro pubblico delle opposizioni, infatti, è possibile richiedere il blocco delle chiamate da parte dei call center. Dal 27 luglio in particolare, è stata estesa la possibilità di attuare il blocco anche ai numeri mobili. Prima infatti questo era previsto soltanto telefono fisso e indirizzo postale. Tuttavia, esiste un particolare a causa del quale non sarà possibile impedire sempre le chiamate sul proprio cellulare. Il registro pubblico delle opposizioni, attivo a partire dal 27 luglio, non sarà valido per le chiamate provenienti dall’estero. In poche parole, gli operatori che chiamano dall’estero non saranno soggetti a tale divieto che dunque sarà valido solamente per coloro che effettuano chiamate dal nostro Paese.

A tal proposito si è espresso Gianluca di Ascenzo, Presidente del Codacons, che ha spiegato che i call center che possono raggiungere anche i cittadini residenti in Italia pur trovandosi all’estero alla fine possono eludere in maniera anche molto semplice il divieto. Questo, nella pratica, non fa altro che rendere vano il nuovo Registro. Ad ogni modo, di Ascenzo ha affermato che il Codacons si impegnerò ad assistere gli utenti che intendono denunciare violazioni o eventuali abusi da parte delle aziende di telemarketing. Sono tantissimi infatti gli italiani che ogni anno segnalano l’attuazione di comportamenti assolutamente sbagliati da parte di quest’ultime che sempre troppo speso effettuano chiamate a tutte le ore del giorno causando molto fastidio al mal capitato. Ad ogni modo, l’iscrizione all’interno del predetto registro è del tutto gratuita e va eseguita compilando il modulo che è possibile trovare su www.registrodelleopposizioni.it. In alternativa, si può chiamare al numero verde 800 957 766 da telefono fisso, e allo 06 42986411 da cellulare. E’ prevista anche la possibilità di inviare il predetto modulo attraverso un’email al seguente indirizzo iscrizione@registrodelleopposizioni.it.