Perchè il 25 Settembre sarai tu a decidere come cambieranno le pensioni

Le pensioni cambieranno e a decidere in che modo sarai proprio tu. Ecco perchè il 25 settembre è una data estremamente importante.

I cittadini italiani hanno la possibilità di scegliere in che modo cambieranno le pensioni. Ciò avverrà i 25 settembre e per questo è importante essere informati su quelle che sono le possibilità a propria dispozione.

i

Il 25 settembre si terrà il voto per eleggere il nuovo governo dopo la fine anticipata di quello condotto da Mario Draghi. A tal proposito, è importante sapere chi votare se si vogliono ottenere determinati cambiamenti sulle pensioni. Ogni forza politica infatti presenta un programma differente su questo delicatissimo argomento che interessa milioni di italiani. Per quanto concerne la Lega e il Movimento 5 Stelle si continua a premere per Quota 41. Questo sistema prevede di andare in pensione al raggiungimento di 41 anni di contributi al di là di quale sia l’età anagrafica del soggetto in questione. Dal canto suo Silvio Berlusconi ha promesso agli elettori di aumentare le pensioni minime a 1.000 euro al mese per 13 mensilità. Va precisato però che tale possibilità sarebbe prevista soltanto per i soggetti che non presentano reddito. Ad ogni modo, la proposta in questione ha già incontrato le critiche delle varie forze politiche secondo le quali si tratterebbe solamente di una mossa elettorale volta ad accaparrarsi il voto dei futuri pensionati e dunque priva di qualsiasi possibilità di attuazione.

In riferimento al Partito Democratico i punti fermi del programma oltre al salario minimo risulta essere la possibilità di introdurre l’uscita anticipata dal mondo del lavoro così come già proposto da Pasquale Tridico, Presidente dell’Inps. In particolare, quest’ultimo aveva avanzato l’ipotesi di andare in pensione già a partire dai 63, 64 anni di età percependo l’assegno sulla base del solo calcolo retributivo per poi una volta raggiunti 67 anni di età accedere alla possibilità di beneficiare anche della restante somma calcolata con sistema retributivo. In base alla forza politica che si deciderà di votare il giorno 25 settembre dunque si sceglierà anche la tipologia di cambiamenti che si vogliono apportare alle pensioni per cui è importante essere a conoscenza di tutti vari programmi proposti.