660 euro, ecco l’assegno INPS che ti aiuta per 13 mesi

Al via l’assegno Inps che ti permette di avere 660 euro e ti aiuta per 13 mesi. Ecco come e quando richiederlo

Buona notizia per molti italiani che negli ultimi mesi si sono trovati maggiormente in difficoltà a causa dell’inflazione corrente, conseguenza dell’aumento dei prezzi. È pronto a partire, infatti, l’assegno sociale (ex pensione sociale) che potrà dare aiuto a quei cittadini con un’età maggiore di 67 anni.

(Pixnio)

Con il nuovo assegno sociale, infatti, si potrà avere circa 660 euro al mese e più di 6.000 euro l’anno. Una somma che potrebbe addirittura aumentare per i cittadini over 70, i quali potrebbero arrivare a ricevere fino a 8.500€ l’anno. Ecco, quindi, in cosa consiste l’assegno sociale e cosa è necessario fare per richiederlo.

Arriva l’assegno sociale di 660 euro. Come fare per ottenerlo

È tutto pronto per il nuovo assegno sociale da 660 euro. Grazie a questo aiuto economico, infatti, molti italiani over 67 anni potranno avere la possibilità di raggiungere la pensione. Il bonus è infatti rivolto a quei cittadini con più di 67 anni che non sono riusciti a maturare quei contributi necessari per andare in pensione e che quindi, ora, versano in condizioni di difficoltà economica.

Si tratta di una misura che verrà erogata per tredici mesi, con un valore di 468,11€ ogni mese e per un totale di 6.085,43€ l’anno. Per accedere all’assegno sociale (ex pensione sociale) sarà necessario che coloro che lo richieda abbia un reddito individuale pari a 0€. Pe quanto riguarda, invece, il reddito coniugale, questo non dovrà essere maggiore al valore annuale dell’assegno sociale.

(Ansa/ Stringer)

È inoltre necessario sapere che dal 2002 è possibile l’applicazione di una maggiorazione che può far aumentare direttamente l’importo oltre gli 8.500€ annui. Grazie all’integrazione, dunque, l’importo mensile potrebbe arrivare a circa 660,79€, dunque 8.590,27€ all’anno. L’aumento di 192,68€ al mese spetterà solo a coloro che hanno compiuto almeno i 70 anni di età.

Infine, l’assegno sociale ad oggi risulta essere compatibile (tuttavia, non cumulabile) con forme di sussidio comuni e molto diffuse come il Reddito di Cittadinanza e la pensione di cittadinanza. Dunque, si tratta di un vantaggio molto conveniente per coloro che ne vorranno usufruire.