550 euro alla settimana per un bilocale. Ecco come i prezzi dell’estate 2022 sono diventati un incubo

Prezzi alle stelle per andare al mare o in montagna. Rincari oltre il 16% e non solo.

Quelle di quest’anno sono le vacanze più care di sempre per gli italiani. Nonostante l’aumento vertiginoso dell’inflazione, nel nostro Paese quasi nessuno vuole rinunciare a godersi un periodo di relax lontano dalla propria città. Secondo i dati raccolti da Federconsumatori, una famiglia può arrivare a spendere 4.849,52 euro per una vacanza al mare. Una somma decisamente più alta del 16,8% rispetto allo scorso anno. Chi invece sceglie di recarsi in montagna avrà una mazzata leggermente inferiore pari in media a 4.128,04 euro. Anche qui c’è un rincaro quasi dell’8% rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Vacanze 2022 più care in Italia

Il settore turistico rappresenta una fetta molto importante del nostro Prodotto Interno Lordo. Quest’anno è il primo senza le restrizioni Covid che avevano limitato alberghi e lidi lo scorso anno causando perdite economiche importanti. L’aumento dei prezzi ha avuto i suoi effetti negativi anche su questo settore.

Oggi prenotare una vacanza in un albergo costa in media il 12% in più. Stesso discorso vale per coloro che invece optano di alloggiare in un appartamento. Anche qui i prezzi stanno raggiungendo degli importi davvero fuori mercato. Un bilocale può arrivare a costare anche 550 euro a settimana finanche ad oltre 3.000 se si trova in una delle mete turistiche più in voga e famose. Inoltre, per chi scegli una casa, va aggiunta la voce legata alla spesa per alimenti che oggi più che mai risulta essere sempre più alta causa inflazione galoppante.

Estate 2021: i prezzi di ombrelloni e lettini in Italia (foto Adobestock)

I rincari riguardano pure gli stabilimenti balneari: stando all’indagine del Codacons, in tutta Italia si registrano incrementi medi del +5% per l’affitto giornaliero di ombrelloni, lettini e sdraio, con punte del +40% in Costiera Amalfitana. Nei lidi sono aumentati anche i costi delle consumazioni, dei pasti e degli aperitivi, del +10%. Ad aumentare anche i prezzi nei bar e nei ristoranti dove fare colazione, un aperitivo, pranzi o cene, costa in media tra il +5% e il +10% rispetto allo scorso anno.

 

Vacanze Italia 2022: boom turisti americani

Gli italiani dunque non rinunciano alle vacanze anche a costo di doverle pagare in più rispetto a dodici mesi fa. Un paradosso davvero incredibile se guardiamo alla situazione economica di un Paese con il più alto dato d’inflazione degli ultimi 10 anni. La svalutazione dell’Euro rispetto al Dollaro ha aperto la nostra Penisola ai turisti provenienti soprattutto dagli Stati Uniti. Mai prima d’ora erano venuti così tanti in Italia in questo periodo. Il vantaggio economico è sotto gli occhi di tutti avendo un Dollaro più forte rispetto al nostro Euro.