Sconto sulle bollette di luce e gas senza Isee: come funzioneranno gli aiuti

Ecco cos’ha previsto il governo per attuare gli sconti su bollette di luce e gas senza l’Isee: come funzioneranno gli aiuti

Continua la crisi energetica in Italia e in Europa. Da molti mesi ormai, infatti, quello dell’energia è un tema particolarmente caldo che continuerà a tenere banco per molto tempo. La guerra in Ucraina, infatti, ci ha fatto scoprire quanto è grande (e grave) la nostra dipendenza dagli altri Paesi per quanto riguarda l’energia e materie prime, come gas e petrolio.

(PxHere)

Dopo lo scoppio del conflitto nell’Est Europa, infatti, i prezzi dell’energia (in particolare di gas e petrolio) sono aumentati vertiginosamente. Proprio per questo, il governo ha deciso di stanziare fondi importanti per quanto riguarda lo sconto sulle bollette di luce e gas. Ecco quali sono le principali novità e come funzioneranno gli aiuti.

Come funziona lo sconto sulle bollette di luce e gas

A partire da ottobre (mese per cui si prevede la maggiore difficoltà energetica per il nostro Paese) si prevede un vertiginoso aumento dei costi in bolletta. I consumi (per via dell’arrivo dell’inverno) inizieranno a crescere in modo importante, così come la richiesta di gas ed energia.

Per far fronte agli aumenti dei costi, quindi, il governo ha deciso di finanziare uno sconto sulle bollette di luce e gas, in modo da sostenere le famiglie più in difficoltà. La maggior parte degli aiuti, infatti, verranno dedicati alle categorie dei cosiddetti “vulnerabili”: over 75, pensionati e famiglie che versano in condizioni di difficoltà economiche particolari.

Oltre a pensionati, over 75 e famiglie che versano in particolari condizioni di difficoltà economiche, saranno oggetti degli aiuti sulle bollette anche altre categorie. Tra queste, vi sono i soggetti con disabilità e con 104, persone che necessitano di apparecchiature salvavita e tutti coloro che vivono in isole minori interconnesse e in aree colpite dai terremoti.

ANSA/LUCA ZENNARO

Per tutte queste categorie, secondo quanto stabilito dal decreto aiutibis, verranno applicate sulle utenze tariffe vantaggiose. Non è previsto alcun limite reddituale Isee, e il governo stabilità prezzi sulle bollette di gas e luce, affidando il compito all’Arera.

Si attende, dunque, il decreto attuativo che specificherà coloro che riceveranno gli aiuti. Tra la platea dei beneficiari, infatti, non si sa ancora se potranno farne parte anche coloro che riceveranno già il bonus sociale (per cui però vi è un limite Isee di 12.000 euro all’anno).