Più soldi se vai in pensione prima: quando aspettare può trasformarsi in una trappola

Aspettare prima di andare in pensione per avere più soldi può rivelarsi una vera e propria trappola. Approfondiamo la questione.

Molte persone decidono di non andare in pensione prima per evitare di ritrovarsi a percepire un assegno pensionistico basso. In realtà, ci sono casi in cui aspettare può trasformarsi letteralmente in una trappola.

Più soldi se vai in pensione prima

In linea di massima, aspettare prima di chiedere il pensionamento è conveniente per la gran parte dei lavoratori. E’ chiaro che tutti coloro che si avvicinano all’età della pensione si chiedono quale sia la decisione più giusta. Se da un lato, ritardare la pensione consente di beneficiare di una rendita di valore più elevato, dall’altro con l’avanzare dell’età diminuisce inevitabilmente il periodo durante il quale si potrà beneficiare della stessa. A tal proposito, va detto che esiste una soglia entro la quale andare in pensione prima non conviene. Questa è data dall’età pensionabile e dal montante contributivo che non altro che i due elementi che danno vita all’ammontare dell’assegno. L’ottenimento della pensione avviene mediante l’applicazione del montante contributivo che rappresenta una percentuale che viene stabilita dalla legge in proporzione all’età goduta dal lavoratore. Va da se che maggiore sarà l’età del soggetto, maggiore sarà l’ammontare della pensione.

Inoltre per riuscire a compiere la scelta più giusta è importante anche considerare quale sia il sistema utilizzato per calcolare la pensione. Quello retributivo risulta essere di gran lunga il più vantaggioso rispetto a quello contributivo, di conseguenza, non si può non tener conto di questo aspetto. Nello specifico, è chiaro che il soggetto che ha iniziato a lavorare prima del 1996, avrà un maggiore vantaggio di andare in pensione prima rispetto a colui che invece ha cominciato dopo la predetta data. Ad ogni modo, è chiaro che scelta relativa alla possibilità di andare prima in pensione o al contrario di ritardarla è sempre complessa e deve tenere conto di una serie di fattori che devono essere accuratamente analizzati dal lavoratore in modo tale da compiere la decisione più conveniente. In questo senso, potrebbe rivelarsi molto utile farsi consigliare d auna figura esperta che possa prospettare un quadro completo di quelli che sono i vantaggi e gli svantaggi derivanti dall’une o l’altra scelta.