Reddito di cittadinanza senza più alibi: ecco perché ha i giorni contati

Potrebbero essere gli ultimi mesi del Reddito di Cittadinanza. Adesso non ha più alibi: ecco perché ha i giorni contati

Il Reddito di Cittadinanza è stato uno dei principali cavalli di battaglia del Movimento 5 Stelle. È stata questa, infatti, la manovra principale con cui si sono presentati alle scorse elezioni politiche, risultando poi il primo partito in Italia.

(Ansa/ Archivio)

La misura ha infatti ottenuto un ottimo successo in termini di domande e richieste, ma allo stesso tempo ha attirato grandi critichepolemiche soprattutto da parte di alcune forze politiche. Con l’avvicinarsi delle elezioni, potrebbero essere gli ultimi mesi del Reddito di Cittadinanza. Adesso non ha più alibi: ecco perché ha i giorni contati.

Reddito di Cittadinanza con i giorni contati: ecco perché

Il 25 settembre è sempre più vicino e manca ormai esattamente un mese dalle elezioni politiche che potrebbero cambiare molte cose in Italia. Secondo molti esperti, infatti, il Reddito di Cittadinanza avrebbe i giorni contati e potrebbe essere presto eliminato.

Sono in tantissimi, infatti, ad affermare che il RdC sia stato un flop pazzesco, supportati dai dati disponibili. La povertà assoluta in Italia, infatti, è in aumento e le promesse fatte riguardo il tema del lavoro sono state ampiamente tradite.

Nonostante i 23 miliardi di euro spesi, la misura del Reddito di Cittadinanza non è servita a nulla da punto di vista dell’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Inoltre, la povertà è aumentata del 9,4% un massimo storico.

La maggior parte di coloro che hanno fatto richiesta non è riuscita a trovare lavoro. Solo un percettore su cinque, infatti, è riuscita a rinunciare al sussidio per via di una nuova mansione lavorativa. Gli analisti, infatti, dicono che sarebbe stato meglio investire il denaro speso per lanciare incentivi alle aziende per aumentare le assunzioni.

(Ansa)

Per finanziare il Reddito di Cittadinanza, infatti, lo Stato ha dovuto affrontare anche enormi spese con soldi pubblici che hanno portato a spostare la bilancia degli investimenti. Inoltre, ad aumentare i dubbi sulla misura sono anche le numerose segnalazioni di truffa da parte dei furbetti che rappresentano un costo enorme.

Secondo i dati Eurostat, infine, le persone che hanno un reddito minore del 60% rispetto a quello medio è di circa il 20,1%, in aumento rispetto al 2020. Una situazione che mette a rischio il Reddito di Cittadinanza nelle prossime settimane.