Bollette, ecco come in Basilicata pagheranno solo i costi fissi

La crisi dell’energia potrebbe essere non troppo grave per alcuni cittadini italiani. Ecco chi potrà avere la bolletta del gas ridotta e perché

Quella che l’Italia e tutta Europa si apprestano a vivere sarà la più grande crisi energetica degli ultimi anni. Mentre crescono i costi e le tensioni tra Russia e Unione Europea, infatti, aumenta la preoccupazione di cittadini, aziende e imprese. Le fazioni politiche in campo, ad oggi, non hanno ancora trovato una soluzione, ma c’è qualcuno che forse potrebbe farcela.

(ANSA/ CLAUDIO LONGO)

Con un governo dimissionario e le elezioni alle porte, l’Italia appare piuttosto debole sul piano decisionale. I partiti sono impegnati con la campagna elettorale e probabilmente la palla delle responsabilità passerà, ancora una volta, nelle mani di Draghi. Tuttavia, la crisi energetica potrebbe essere minore per coloro che potranno usufruire della bolletta del gas ridotta. Ecco chi e dove.

Bolletta del gas ridotta. Ecco chi potrà usufruirne

Si preannuncia un inverno difficile per l’Italia e moltissimi Paesi europei. La Germania sta infatti subendo i tagli delle forniture di gas da parte di Putin e l’Italia potrebbe presto annunciare razionamenti ai consumi energetici delle famiglie. Il prezzo del gas, intanto, ha superato i 300€ per Kilowattora e secondo gli analisti ci aspetta un aumento ancora costante.

Ma mentre le notizie negative si fanno largo tra quelle positive, potrebbe esserci la possibilità concreta per alcuni italiani di usufruire della bolletta del gas ridotta. Già ad ottobre, infatti, i residenti della Basilicata potranno accedere a particolari sconti in bolletta, grazie ad alcuni interventi della parte politica locale.

Si tratta, infatti, di una nuova norma emanata dal Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, la quale ha come obiettivo quello di calmierare i prezzi in bolletta, ponendo un freno all’aumento dei prezzi del gas. Tuttavia, non si parla di interventi europei o di totale gratuità della bolletta, ma solo di un abbassamento dei costi, presi a carico dalla Regione.

(ANSA)

La nuova normativa stilata dalla Regione, infatti, prevede un rimborso per quanto riguarda la “materia gas” per i cittadini residenti in Basilicata. Tuttavia, saranno escluse dallo sconto le altre voci in bolletta, come le spese di trasporto, gli oneri di sistema e le spese di gestione del contatore.

La Regione ha quindi deciso di erogare un fondo di 60 milioni di euro per coprire le spese del 2022, ma ampliandolo a 200 milioni per il 2023 e il 2024.