Fate attenzione ora agli avvisi bonari del Fisco, c’è una cattiva sorpresa

Non ci sono buone notizie per quanto riguarda gli avvisi bonari del Fisco. Ecco a cosa i contribuenti devono fare attenzione

A partire dal mese di settembre, i contribuenti italiani dovranno prestare maggiore attenzione agli avvisi bonari. Sono previste, infatti, cattive sorprese riguardo i tempi di pagamento a seguito dei controlli fiscali effettuati dall’Agenzia delle Entrate. Ecco quali saranno le maggiori novità che influenzeranno i cittadini.

(Ansa/ Giuseppe Lami)

Prima di procedere, è importante ricordare che gli avvisi bonari sono delle procedure emanate dall’Agenzia delle Entrate, attraverso le quali il Fisco rende noto ai contribuenti interessati l’insorgere di incongruenze a seguito dei controlli effettuati. Ma da settembre potrebbero esseri cattive sorprese per chi è interessato ai pagamenti.

Ecco cosa cambia per gli avvisi bonari a settembre

Secondo le normative, il cittadino che si vede recapitare un avviso bonario ha la possibilità di pagare entro il termine specificato. Inoltre, ha la possibilità di dimostrare all’Agenzia delle Entrate che i calcoli e i pagamenti effettuati sono corretti. Nel caso in cui questo non dovesse verificarsi, i soldi che devono essere versati all’Agenzia delle Entrate verranno iscritte a ruolo, con le relative sanzioni.

Secondo le normative, i termini ultimi relativi al pagamento dell’avviso bonario sono fissato a 30 giorni dal momento in cui si riceve la comunicazione. Quest’ultima potrà essere inviata anche tramite Posta elettronica certificata. Tuttavia, a causa della difficile situazione economica che il Paese stiamo vivendo (con annessa inflazione e aumento dei costi) il governo ha deciso di intervenire anche su questo versante.

(Ansa)

A fronte del continuo aumento dei prezzi, l’esecutivo ha infatti voluto aiutare le famiglie e le imprese italiane. Proprio per questo, è stato deciso per il raddoppio dei termini di pagamento degli avvisi bonari. Dunque, il termine ultimo per il pagamento degli avvisi passa da 30 a 60 giorni, dal 21 maggio 2022 fino al 31 agosto 2022.

Dunque, a partire dal 1° settembre 2022 non verrà più applicato il raddoppio dei termini di pagamento. Il contribuente che ha ricevuto un avviso bonario, quindi, tornerà ad avere solo 30 giorni di tempo per regolarizzare i propri pagamenti con il Fisco e risultare in regola.