Paga la multa con il Pos e gli addebitano 5 euro in più

Incredibile episodio successo ad un commerciante: paga la multa con il Pos e gli addebitano 5 euro in più: la denuncia su Facebook

Negli ultimi anni i vari governi hanno attuto regolarmente politiche per contrastare l’evasione fiscale, incoraggiando l’utilizzo del Pos. Nel 2014, infatti, è stato introdotto l’obbligo di possesso del Pos da parte dei commercianti. A giugno 2022, invece, sono entrate in vigore anche le sanzioni per chi non rispetta le regole.

(Ansa/ Marco Ottico/ Archivio)

Tuttavia, a volte ci sono episodi che non sono molto utili ad incoraggiare la gente nell’utilizzo del Pos per i pagamenti (i quali sarebbero tracciabili e contribuirebbero a diminuire l’evasione fiscale). A testimonianza di ciò un episodio successo ad un commerciante nel sanremese: paga la multa con il Pos e gli addebitano 5 euro in più: la denuncia su Facebook.

Paga la multa con il Pos e gli addebitano 5 euro in più

Ha dell’incredibile ciò che è successo ad un commerciante sanremese che, commessa l’infrazione, ha deciso di pagare una multa, relativa ad un divieto di sosta, utilizzando la possibilità di pagare con il Pos. Tuttavia, a seguito del pagamento, gli sarebbero stati addebitati 5 euro in più per le commissioni.

Se lo Stato ha adottato la soluzione dell’obbligo di utilizzo del Pos nelle attività commerciali (introducendo anche le sanzioni), non è affatto corretto che non di a il buon esempio. L’uomo ha infatti immediatamente denunciato l’accaduto, pubblicando la foto della ricevuta di pagamento sul suo profilo Facebook.

“Ricordate le polemiche per la gelateria che chiedeva un supplemento per il pagamento tramite bancomat/pos? – ha scritto l’esercente su Facebook – Oggi ho pagato direttamente agli agenti la multa con il bancomat”. Il commerciante ha poi affermato che gli era stato addebitata una commissione di 5 euro.

(Sanremo news)

L’uomo ha inoltre raccontato che, subito dopo la comunicazione da parte degli agenti della contravvenzione, l’esercente ha deciso di pagare la multa con il Pos. A quel punto sono stati le forze dell’ordine stesse ad avvertire che gli sarebbe stata applicata una maggiorazione di 5€ relativo alle commissioni.

Tuttavia, il commerciante ha deciso di pagare lo stesso per verificare se fosse realmente così. Ottenuto lo scontrino con il costo della multa e i 5€ di commissioni, il commerciante (che ha dichiarato di possedere il pos nella sua attività commerciale) se chiesto se questo sia giusto.