Dove verranno costruite le centrali se dopo il 25 settembre passerà il nucleare

Il tema è sempre più caldo e le cose potrebbero cambiare presto. Ecco, quindi, dove verranno costruite le centrali se dopo il 25 settembre passerà il nucleare

Il giorno delle elezioni è sempre più vicino e a breve i cittadini italiani dovranno recarsi alle urne per scegliere i loro rappresentanti in parlamento. Sarà una campagna elettorale completamente diversa dalle altre, in quanto il Paese versa in condizioni economiche difficili a causa delle tensioni geopolitiche globali.

(Wikipedia)

La crisi dell’energia, strettamente correlata alle tensioni tra Unione Europea e Russia, sarà certamente il tema principale di dibattito durante la campagna elettorale. Quello dell’energia, infatti, è un tema molto caldo che divide le parti politiche in campo. Ci sono partiti, infatti, che chiedono a gran voce il ritorno del nucleare. Ecco, quindi, dove verranno costruite le centrali se dopo il 25 settembre passerà il nucleare.

Ecco dove verranno costruite le centrali se dopo il 25 settembre passerà il nucleare

Quando manca meno di un mese alle prossime elezioni politiche, le quali daranno un nuovo volto al parlamento italiano, molti cittadini sono ancora indecisi su chi votare. Le varie forze politiche in campo stanno cercando di spiegare agli elettori i propri programmi elettorali e su questi i cittadini dovranno fare le proprie scelte.

Tuttavia, queste elezioni saranno segnate pesantemente dal problema della crisi energetica. L’Italia è fortemente dipendente dal gas russo e con le tensioni tra Unione Europea e Mosca, Putin può permettersi di chiudere i rubinetti e far volare il prezzo del gas (con conseguenze sulle bollette). Dunque sono in molti a chiedere maggiore autonomia ottenibile, secondo alcuni partiti, con il ritorno del nucleare in Italia. Ecco, quindi, dove verranno costruite le centrali se dopo il 25 settembre passerà il nucleare.

(ANSA/Da sito Energo Atom/ Archivio)

Sono Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Forza Italia di Silvio Berlusconi e Fratelli d’Italia di Matteo Salvini ad essersi espressi favorevolmente per un ritorno delle centrali nucleari in Italia. Tuttavia, monta la polemica dopo la pubblicazione di una foto in cui viene mostrato (secondo Fratoianni e Bonelli) dove potrebbero essere costruite le centrali nucleari in Italia.

Si tratta di cinque centrali che potrebbero essere realizzate in cinque città della costa adriatica, ulteriori cinque sulla costa tirrenica, una in Sicilia, una in Sardegna, due in Piemonte ed Emilia-Romagna. Ecco le città che potrebbero ospitare le prossime centrali:

  • Caorso (Piacenza);
  • Trino Vercellese (Vercelli);
  • Monfalcone (Gorizia);
  • Scalino (Grosseto);
  • Oristano;
  • San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno);
  • Montato di Castro (Viterbo);
  • Garigliano (Caserta);
  • Borgo Sabotino (Latina);
  • Temoli (Campobasso);
  • Brindisi;
  • Scansano Jonico.