Pensioni cosa accadrà davvero con gli aumenti in autunno

In autunno dovrebbero essere rivalutati in anticipo gli importi delle pensioni, ma non è ancora chiaro cosa succederà nel dettaglio.

Solitamente le pensioni vengono rivalutate all’inizio di ogni anno; in questo caso la prossima rivalutazione degli importi era prevista per il Gennaio 2023 ma l’ultimo Decreto Aiuti Bis firmato da Mario Draghi ha cambiato le carte in tavola.

Le rivalutazioni avvengono ogni anno sia sulle pensioni che su tutti gli altri trattamenti assistenziali come gli assegni sociali e d’invalidità. Le cifre vengono ricalcolate in base all’inflazione dei 12 mesi precedenti, così da ridurre la perdita del potere d’acquisto.

Quest’anno, in via del tutto eccezionale a causa della gravissima crisi economica in corso già da mesi, l’esecutivo di Draghi ha deciso di anticipare la rivalutazione in modo da dare una mano a tutti i pensionati italiani.

Dato il picco d’inflazione, le pensioni verranno sicuramente aumentate per adeguarle al costo della vita dato dalla situazione economica generale. L’imminente aumento avverrà in due modi per due platee differenti di pensionati e beneficiari di assegni sociali.

Rivalutazione anticipata delle pensioni: cosa succede prima di Gennaio 2023

Il tasso di rivalutazione non può superare una certa soglia, oltre la quale la spesa sarebbe troppa per le casse statali. In questo caso nelle pensioni di quest’autunno sarà già calcolata una rivalutazione dello 0,2%, solo un assaggio del 2% previsto a Gennaio 2023.

Questo tasso verrà applicato a tutti coloro che hanno un reddito di 35.000 euro annui, ovvero una pensione di 2.692 euro mensili. Gli aumenti oscilleranno tra i 10 e i 50 euro al mese, in base al trattamento pensionistico percepito.

La somma aggiuntiva, delineata dai nuovi tassi di rivalutazione, non andrà ad aumentare l’imponibile fiscale del 2022. Ciò significa che, come altre agevolazioni e bonus indetti negli ultimi tempi, il tutto sarà esentasse e non andrà ad aumentare il reddito effettivo del contribuente.