Bollo auto e canone Rai da pagare insieme: la nuova tassa può diventare realtà

La nuova tassa che comprenderebbe il bollo auto e il Canone Rai da pagare insieme starebbe per diventare realtà: approfondiamo la questione.

Come molti di voi già sapranno, il bollo auto è un’imposta legata al possesso di un’auto e viene pagata annualmente. Il suo versamento spetta anche a coloro che sono titolari di auto che però si trovano parcheggiati all’interno dei box e, dunque non vengono utilizzate. Per quanto concerne il canone Rai, si tratta di una tassa legata al possesso di apparecchi radiotelevisivi e che dunque non riguardano smartphone, pc e tablet. Il pagamento dell’imposta avviene insieme a quello della bolletta della luce per tutto l’anno 2022.

Nel caso in cui non si provveda al pagamento delle imposte appena citate le conseguenze possono essere anche molto serie.

Bollo auto e canone Rai da pagare insieme:

Il mancato pagamento del Canone RAI, ad esempio,  determina una sanzione di oltre 500 euro e dunque il versamento della somma dovuta. Per quanto concerne, invece, il mancato pagamento del bollo auto in questo caso oltre alla sanzione è prevista anche la possibilità che venga confiscato il proprio veicolo, con il ritiro della targa stessa. In riferimento sempre al bollo, il pagamento dello stesso deve avvenire entro una scadenza che può variare da Regione a Regione. Tuttavia, è pur vero che il versamento della tassa è connesso alla data in cui si è proceduto con il primo pagamento. In ogni caso, riguardo alle due imposte, in questo periodo si sta discutendo in merito alla possibilità di unire il Canone Rai al bollo auto.

L’obiettivo, dunque, sarebbe quello di emulare il modello israeliano operando un incorporamento tra la tassa sulla televisione e quella sull’auto. Si tratta di un’ipotesi non priva di qualche criticità dal momento che la riscossione sarebbe difficile per quanti non posseggono un’automobile. In particolare, non è chiaro a chi spetterà occuparsi della scadenza, se al contribuente o alla Regione. In ogni caso, non resta che attendere quale sarà la decisione del nuovo governo che si insedierà dopo il voto del 25 settembre. Quel che è certo è che da direttive europee, l’Italia dovrà procedere ad eliminare il canone Rai dalla bolletta della luce.