Bonus 200 euro, perché qualcuno ora ha un problema

Non ci sono buone notizie per alcuni cittadini che hanno ricevuto il bonus 200 euro. Ecco chi di loro ha un problema

Il bonus 200 euro è un sostegno economico una tantum pensato ed erogato dal governo Draghi in risposta all’aumento dei costi della vita, a causa del rincaro energetico. Si tratta di una vera e propria indennità ai cittadini finanziata da una tassa sugli extraprofitti delle imprese distributrici di energia.

(Pixabay)

È certamente una delle misure maggiormente conosciute e popolari dell’attuale governo, anche perché la platea dei beneficiari è stata amplissima. Tuttavia, ci sono alcune categorie di cittadini che hanno ricevuto l’indennità anche senza averne diritto. Non ci sono buone notizie, infatti, per alcuni cittadini che hanno ricevuto il bonus 200 euro. Ecco perché qualcuno ora ha un problema.

Ecco chi dovrà restituire il bonus 200 euro

Non solo buone notizie per chi riceve i bonus. Questa volta, infatti, per alcuni cittadini che hanno usufruito del bonus 200 euro ci sono cattive nuove. Chi ha ricevuto in maniera illegittima il bonus 200 sulle pensioni, infatti, dovrà restituire tutto all’Inps, ma il discorso vale anche per i lavoratori dipendenti (tra i primi a ricevere il bonus).

Tutti quelle categorie di lavoratori o cittadini che hanno il bonus 200 euro, oltre ai pensionati che potranno veder trattenuto l’importo sulla propria pensione, hanno un reddito superiore a 35mila euro. Infatti, gli importi sono stati erogati dall’Inps in maniera provvisoria, in attesa quindi dei controlli da parte dell’Ente di previdenza sociale.

Coloro che hanno un reddito maggiore di 35.000 euro, infatti, non potevano fare domanda di ricezione del bonus. Tuttavia, alla luce del fatto che l’ente ha erogato il bonus a seguito delle risultanze reddituale provvisorie (dei pensionati), potrebbero esserci casi di cittadini che hanno ricevuto il bonus senza però averne diritto.

Con l’arrivo dei dati reddituali riferiti al 2021, e compilati dai pensionati con il modello 730 del 2022, arriveranno le informazioni necessarie riguardo la situazione reddituale dei soggetti. Chi ha percepito redditi nel 2021 che abbiano fatto andare il pensionato oltre la soglia dei 35mila euro, dovrà quindi restituire il bonus 2002 euro.

Questo avverrà tramite un’operazione automatizzata dell’Inps. Dunque, i pensionati che non avevano diritto al bonus, ma ne hanno comunque usufruito, vedranno trattenere l’importo nei prossimi mesi.