Assegno INPS alle famiglie: cosa dobbiamo attenderci dopo il 25 Settembre

Molte persone si stanno chiedendo cosa bisogna attendersi dopo il 25 Settembre in materia di assegno INPS per le famiglie. Approfondiamo l’argomento.

Sono in molti a chiedersi cosa ne sarà dell’assegno unico con l’avvio della nuova legislatura, dopo le elezioni del 25 Settembre. Al momento, la misura prevede l’erogazione di un assegno che va da 50 fino a 175 euro, qualora l’ISEE risultasse non superiore ai 15mila euro. Il sostegno in esame, inoltre, è erogato a partire dal settimo mese di gravidanza fino al raggiungimento dei diciotto anni di ciascun figlio, limite che decade in presenza di figli disabili.

Assegno alle famiglie

Ciò detto, molte famiglie quale sia la linea dei vari partiti politici in merito a questo sostegno.

Assegno INPS alle famiglie

Tanto per cominciare, Fratelli d’Italia ha annunciato di voler aumentare gli importi e dunque di voler potenziare la misura per consentire a molte coppie di vivere senza timore l’idea di mettere al mondo dei figli. La Lega di Salvini invece ha espresso la volontà di introdurre una legge più avanzata per le famiglie italiane, come quella messa in campo dall’Ungheria. Qui a detta del leader del carroccio si è intervenuto con tantissimi aiuti come ad esempio la riduzione delle tasse per tutte le donne che mettono al mondo il terzo figlio. Il Pd si è espresso in maniera molto aspra contro Salvini che a conti fatti è stato accusato di voler far sprofondare il Paese nell’arretratezza con misure che non sono in linea con i tempi attuali.

Ancora, il Movimento 5 Stelle dal canto suo rivendica l’assegno unico dal momento che la misura era stata avviata proprio dunque il Governo di Giuseppe Conte. Anche Calenda si è pronunciato annunciando la volontà di procedere con un potenziamento dell’assegno unico, in particolar modo per le famiglie che hanno figli disabili a carico e quelle numerose. Alla luce di quanto appena detto, va ricordato che nel 2023 molto probabilmente l’assegno in questione subirà in ogni caso degli aumenti per via della rivalutazione che viene messa in atto ogni anno. Quel che è certo è che si tratta di una misura estremamente importante che consente a molte famiglie di pensare al futuro in maniera più serena.