Quanto ci costa l’uso degli elettrodomestici, ora per ora

L’aumento dei costi dell’energia deve spingerci ad informaci ancora meglio sui nostri consumi. Ecco quanto ci costa l’uso degli elettrodomestici

A breve l’Unione Europea e il governo italiano potrebbero varare un piano speciale di riduzione dei consumi energetici. La crisi in atto, che vede al suo apice la guerra in Ucraina e le conseguenze del conflitto, ha portato a numerose tensioni tra Unione Europea e Russia, che ora ha deciso di tagliare i rifornimenti di gas e far decollare i costi.

Un danno incredibile per chi dipende dall’energia russa. Famiglie e imprese sono già in grave crisi e ciò necessita di un cambio di abitudini e maggiore consapevolezza. L’aumento dei costi dell’energia, infatti, deve spingerci ad informarci ancora meglio sui nostri consumi. Ecco quanto ci costa l’uso degli elettrodomestici.

Ecco quanto ci costa l’uso degli elettrodomestici, ora per ora

Sembra essere pronto il piano redatto dal governo per ottenere una riduzione dei consumi volontaria di energia. Si tratta di adottare alcune abitudini utili ad un minor consumo e spreco di energia, ottenendo anche un costo minore in bolletta e, dunque, una minore pressione sulle finanze personali.

Tutti noi, a questo punto, abbiamo il dovere di fare la nostra parte per abbattere i costi e ridurre gli importi in bolletta, intervenendo direttamente sui consumi. È importante, quindi, conoscere maggiormente i nostri dispositivi domestici e il loro impatto che hanno sulle nostre tasche. Ecco quanto ci costa l’uso degli elettrodomestici.

Sarebbe molto importante, nel momento dell’acquisto di un dispositivo, scegliere l’elettrodomestico meno impattante, facendosi aiutare dalla loro classe energetica. Inoltre, è necessario sapere che il dispositivo domestico che consuma più energia in casa è la stufa elettrica, in quanto consuma in media circa 2Kw l’ora. Il suo prezzo orario, in relazione alle tariffe che sono in vigore attualmente, si aggira quindi attorno ai 90 centesimi.

Al secondo posto, dopo la stufetta, si posiziona il bollitore. Questo, infatti, consuma circa 1,6 kWh, per un costo medio di 0,73 euro l’ora. A seguire l’asciugacapelli, con 1,76kw e un costo di 0,72€ all’ora, il phon (1,5kw, 0,68€/ora) e la piastra per i capelli, la quale consuma 1,3kw in media, per un costo di 0,59€/ora.

Di seguito, la classifica completa degli elettrodomestici in base ai loro consumi energetici e ai costi orari:

  • Stufetta elettrica (2 kw, 0,90€/ora)
  • Bollitore (1,6 kw, 0,73€/ora)
  • Asciugacapelli (1,6 kw, 0,72€/ora)
  • Friggitrice ad aria (1,5 kw, 0,68€/ora)
  • Piastra per capelli (1,3 kw, 0,59€/ora)
  • Asciugatrice (1,2 kw, 0,53€/ora)
  • Ferro da stiro (1 kw, 0,45€/ora)
  • Forno elettrico (0,9 kw, 0,42€/ora)
  • Aspirapolvere (0,8 kw, 0,36€/ora)
  • Condizionatore (0,7 kw, 0,32€/ora)
  • Lavatrice (0,3 kw, 0,14€/ora)
  • Lavastoviglie (0,3 kw, 0,11€/ora).