Pneumatici, condizionatore e carico: 7 accorgimenti per consumare meno benzina

Nuovi rincari alle porte per la benzina: ecco alcuni consigli per risparmiare

Quanto potrà resistere l’Italia? Il rincaro delle bollette di luce e gas sono l’ennesima mazzata per l’economia del nostro Paese ormai in ginocchio. Da un lato ci sono imprese costrette a chiudere oppure licenziare i dipendenti perché ricevono bollette della luce fuori da ogni logica. Le realtà più danneggiate sono quelle del settore alimentare che già devono fronteggiare ad altri rincari come quelli dei carburanti per il trasporto su gomma. Dall’altra parte ci sono poi le famiglie che già hanno perso notevolmente il potere d’acquisto con l’esplosione del tasso d’inflazione ed ora si ritrovano con un altro aumento delle utenze domestiche. L’Italia dunque è ad un passo dalla recessione. Mai come in questo caso è fondamentale risparmiare su luce e gas per evitare sprechi ed avere così bollette meno care del previsto.

Come risparmiare su benzina?

Diventa essenziale evitare sprechi ottimizzando qualsiasi cosa. Il budget familiare va difeso più che mai alla luce di ulteriori rincari alle porte. Alcuni consigli diventano così molto preziosi per risparmiare sempre di più ogni giorno.

La voce più grande di spesa è quella legata al carburante. In media ogni famiglia italiana possiede almeno due auto, quindi diventa fondamentale contenere i consumi. Per ridurre sprechi, la prima cosa da tenere è senza dubbio uno stile di guida corretto. Ecco alcune dritte per risparmiare con l’auto:

  • evitare brusche frenate e accelerazioni improvvise nel traffico. In questo modo si risparmia il 30% del consumo carburante
  • velocità media costante in autostrada
  • spegnere il motore quando si è fermi in sosta per più di un minuto.
  • pneumatici in buone condizioni e alla pressione indicata dal produttore. Rispettare il livello corretto di pressione delle gomme consente un risparmio di 0,25 litri di benzina (pari a 0,44 euro) ogni 100 km
  • Un uso attento del climatizzatore incide sulla spesa per il carburante. Se durante il viaggio in auto teniamo costantemente accesa l’aria condizionata, questo comporta un aumento dei consumi di carburante di circa il 15%, con picchi maggiori per l’uso in città. Se riduciamo la temperatura o il tempo di utilizzo, facendo ad esempio ogni tanto delle pause, possiamo alleggerire di almeno il 5% dei consumi complessivi
  • altra utile dritta per abbassare lievemente i consumi è rintracciare i distributori dove la benzina costa meno oppure quelli indipendenti
  • importante è anche evitare carichi inutili in auto. Dimenticarsi oggetti pesanti nel bagagliaio potrebbe costarci un consumo di carburante in più.