Crisi, gli italiani non si vergognano più di portare a casa gli avanzi del ristorante

Situazione davvero terribile in Italia a causa delle crisi economica che sta colpendo l’Europa. Adesso non c’è più vergogna di portare a casa gli avanzi del ristorante. 

Cambiano i tempi nei ristoranti, colpa dell’inflazione e della crisi economica. Adesso gli italiani portano a casa gli avanzi dei ristoranti. Secondo le ultime statistiche, cresce il numero di persone che utilizza questa pratica che serve ad evitare gli sprechi. Ecco tutti i dettagli

Ristorante (foto Adobestock)

Salgono a quasi 4 su 10, ovvero per una percentuale pari al 39%, il numero di italiani che portano a casa gli avanzi del ristorante con la cosiddetta pratica del doggy bag. Ovvero il contenitore che serve a recuperare cibo che non si è mangiato nei ristoranti. Ciò serve ad evitare che venga buttato. Successivamente, il 90 per cento mangia gli avanzi nei giorni successivi.

Crisi, gli italiani non si vergognano più di portare a casa gli avanzi del ristorante

Questa indagine, che è stata condotta dalla Coldiretti/Ixé, certifica lo stato di crisi che versa sul nostro territorio. Una situazione terribile che ha costretto i cittadini a cambiare le loro abitudini. Se prima, infatti, quando si andava al ristorante, non si chiedeva di portare a casa gli avanzi rimasti, adesso le cose sono cambiate. Sono sempre più persone, infatti, che richiedono ai ristoratori il cibo lasciato nel piatto. Secondo la statistica, questa pratica in questi dieci anni è raddoppiata.

Con l’inflazione alle stelle, che ad agosto 2022 ha raggiunto aumenti record pari al 10,6 % rispetto all’anno scorso, molte famiglie hanno cambiato le loro abitudini e lavorano per evitare al massimo gli sprechi. Una situazione, questa, che spinge sempre più persone a chiedere al cameriere di conservare e mettere da parte gli avanzi del piatto in modo tale da portarlo a casa e consumarlo nei giorni successivi. Questa pratica è denominata come quella del doggy bag.

Dall’analisi e lo studio di Coldiretti/Ixè esce fuori che il 12% degli italiani ritiene sbagliato questo gesto, etichettandolo come maleducazione. Infine, c’è il 22% che non lascia alcun avanzo quando va a mangiare fuori.

I ristoratori si sono adeguati, di fronte questa nuova richiesta dei clienti. I proprietari di pub, pizzerie e ristoranti, infatti, si sono attrezzati ed offrono un servizio ad hoc per il cliente visto che mettono a disposizione delle confezioni e delle vaschette che servono per portare a casa il cibo avanzato.