Pensioni di Ottobre, ecco le date dei pagamenti

Siamo ormai già alla metà del mese di Settembre e molti pensionati si stanno domandando quand’è che saranno erogate le pensioni di Ottobre: ecco le date dei pagamenti.

I rialzi di questi mesi stanno pesando molto sui pensionati che difatti si stanno già chiedendo quand’è che saranno erogati i pagamenti delle pensioni del mese di Ottobre.

Pensioni di Ottobre

Tanto per cominciare va detto che il calendario reso noto dal Gruppo Poste è rivolto ai pensionati che hanno deciso di ritirare il cedolino presso uno degli uffici.

Pensioni di Ottobre, ecco le date dei pagamenti

Di conseguenza, le date che andremo ad elencarvi non riguardano coloro che invece hanno deciso di ricevere l’accredito direttamente sul conto corrente postale. Fatta questa premessa, il calendario dei pagamenti delle pensioni parte sabato 1° ottobre con le iniziali che vanno dalla A alla B. Dopo la pausa domenicale si riprenderà lunedì 3 ottobre, con i cognomi iniziano con la C e D. Ancora, martedì 4 ottobre, sarà la volta dei pensionati con il cognomi con le iniziali che vanno dalla E alla K, mentre mercoledì 5 ottobre, sarà la volta delle iniziali che vanno dalla L alla O. Infine, giovedì 6 ottobre e venerdì 7 ottobre si terminerà con le iniziali che vanno rispettivamente dalla P alla R e dalla S alla Z.

In riferimento alle pensioni di ottobre, va detto che si potrà beneficiare di un importo più sostanzioso. Il motivo risiede nella decisione del governo di anticipare la rivalutazione degli assegni pensionistici del 2%. Va specificato, peraltro, che tale aumento riguarderà solamente coloro che sono titolari di un reddito non superiore ai 35mila euro. In ogni caso, per sapere qual è l’entità dell’importo che si riceverà il prossimo mese basta accedere al sito dell’INPS fornendo le proprie credenziali Spid, la Carta di Identità Elettronica o la Carta Nazionale dei Servizi. In ogni caso, l’aumento in esame risulta essere mai come in questo periodo molto importante dal momento che i pensionati stanno vedendo sempre più il loro potere d’acquisto indebolirsi. Se ciò dovesse continuare, le ripercussioni sull’intero sistema economico del Paese sarebbe devastante perciò il Governo ha deciso di agire in maniera incisiva. Chiaramente saranno necessarie ulteriori misure per evitare il peggio.