Dopo 5 anni i parlamentari tornano a casa: per i non eletti una pensione (quasi) normale

Parlamentari non rieletti: ecco quanto percepiranno di pensione

Il Parlamento italiano si appresta a cambiare volto dal prossimo 25 settembre 2022 quando l’Italia sarà chiamata a votare. La nuova composizione di Camera e Senato sarà diversa numericamente rispetto al passato. Come è noto infatti ci sarà una riduzione del numero di parlamentari. I deputati passeranno da 630 a 400 mentre i senatori da 315 a 200.  Dunque siamo a fine mandato per questa legislatura di 5 anni. Tra senatori e deputati c’è chi ha scelto di non candidarsi e chi, pur candidandosi, potrebbe non entrare nuovamente in Parlamento.

Cosa accade a chi non si candida o non verrà rieletto? Chi non verrà rieletto potrà godersi la pensione per aver maturato il periodo minimo previsto dalla Legge. Scopriamo quanto riceverà ogni senatore o deputato non rieletto dopo fine mandato.

Foto ANSA Firma: Massimo Percossi

Quanto guadagnano deputati e senatori?

I deputati ricevono una indennità netta di 5.000 euro al mese più una diaria di 3.503,11. A queste somme va aggiunto anche un rimborso per spese di fine mandato di 3.690 euro alle quali si aggiungono 1.200 euro annui di rimborsi telefonici e da 3.323,70 fino a 3.995,10 euro ogni tre mesi per i trasporti.

senatori ricevono un’indennità mensile lorda di 11.555 euro. Al netto la cifra è di 5.304,89 euro, più una diaria di 3.500 euro cui si aggiungono un rimborso per le spese di mandato pari a 4.180 euro e 1.650 euro al mese come rimborsi forfettari tra telefoni e trasporti.

Facendo un rapido calcolo e senza considerare le eventuali indennità di funzione i componenti del Senato guadagnano ogni mese 14.634,89 euro contro i 13.971,35 euro percepiti dai deputati. Somme decisamente fuori da ogni logica se guardiamo il contesto economico del nostro Paese.

Deputati e senatori hanno diritto poi anche a un assegno di fine mandato, che è pari all’80% dell’importo mensile lordo dell’indennità moltiplicato per il numero degli anni di mandato effettivo. In media, un parlamentare non rieletto percepirà una pensione lorda di 1.500 euro al mese.  Ricordiamo che il requisito minimo dei parlamentari per accedere alla pensione è quello di aver svolto il mandato per almeno 4 anni, 6 mesi e 1 giorno. Cosa che riguarda soprattutto onorevoli e senatori di prima nomina. I rieletti hanno già acquisito il diritto alla pensione per cui non c’è questo limite temporale se vogliamo obbligatorio.