Costa ormai più della benzina: cosa sta accadendo con il diesel

Il diesel oramai costa più della benzina e la situazione sta divenendo sempre più insostenibile. Ecco cosa sta succedendo.

La crisi geopolitica generata dal conflitto in Ucraina ha condotto ad un graduale tuttavia progressivo aumento del prezzo relativo alle materie prime. In particolare, si sta verificando una situazione insostenibile che vede il diesel costare più della benzina. Si tratta di un andamento a cui molti stanno cercando di trovare una spiegazione.

prezzi benzina alle stelle

Alessandro Zavalloni, Segretario Nazionale della Fegica, è intervenuto dichiarando che la proposta di tagliare l’Iva sui carburanti non risulta credibile dal momento che sarebbe necessaria l’aiuto da parte dell’Europa.

Costa ormai più della benzina: cosa sta accadendo con il diesel

Il Governo dal canto suo è intervenuto come poteva mediante il taglio delle accise. Zavalloni ha poi voluto spiegare quale sia l’origine degli aumenti concernenti il gasolio. Nello specifico, ha affermato che in questi anni si è passati dalla raffinazione delle materie prime per poi esportarle, alla mera importazione di prodotti finiti. In ogni caso, i dati relativi ai prezzi dei carburanti rivelano che si sta verificando una discesa seppur lieve. In particolare, il prezzo medio nazionale della benzina è 1,689 euro al litro, in modalità self- service. Per quanto concerne invece il diesel il costo medio è di 1,799 euro al litro.

Chiaramente, alla luce di questi dati, molti si chiedono quale sia il motivo per cui il diesel costa di più della benzina. Ebbene, tanto per cominciare va detto attualmente che, a livello mondiale, la benzina è disponibile in maggior quantità rispetto al gasolio. Non bisogna dimenticare, infatti, che il gasolio viene utilizzato per gli aerei, i tir e così via a differenza della benzina che viene impiegata in larga misura per alimentare le vetture private. In poche parole, la richiesta è enormemente più elevata nel primo caso. Questo fenomeno poi va abbinato all’aumentato costo delle materie prime. Questo infatti ha condotto ad un rialzo generalizzato dei prezzi senza precedenti. Senza contare poi che la guerra in Ucraina seguita all’invasione delle truppe russe ha portato all’instaurarsi di rapporti molto tesi tra i Paesi dell’unione Europea con tutte le conseguenze del caso che ad oggi sono sotto agli occhi di tutti.