Arriva il bonus straordinario di 180 euro: ma dipende da dove vivi

Bonus 180 euro in arrivo: ecco quali sono i cittadini che potranno averlo

Il caro vita è un problema che sta portando gravi effetti sull’economia del nostro Paese. A pagarne le conseguenze sono le imprese e le famiglie. Le prime non riescono più a coprire costi della produzione in quanto c’è in corso un aumento delle bollette di luce e gas. Le altre invece devono non solo fronteggiare al caro prezzi ma anche alla perdita del potere d’acquisto dovuto all’aumento dell’inflazione. Per contrastare gli effetti del caro vita, lo Stato ha messo in atto alcune misure. In ultimo c’è il bonus d 150 euro a novembre. Anche in ambito locale e regionale è in arrivo un bonus da 180 euro che si differenzia dagli altri. Di seguito vediamo a chi spetta.

Foto ANSA Firma: Polizia

Bonus 180 euro a chi spetta?

La Giunta Provinciale di Trento ha previsto bonus di 180 euro per le famiglie che risiedono nel territorio della provincia di Trento. Si tratta di un sostegno concreto contro il caro vita e l’aumento delle bollette della luce. Come detto non è una misura di carattere nazionale ma solo per la provincia trentina.  Tale agevolazione verrà concessa a tutti i cittadini senza alcun tipo di distinzione in base al valore dell’ISEE.

Il bonus di 180 euro consiste uno sconto direttamente in bolletta di 180 euro per le utenze domestiche e per le imprese un contributo in conto interessi su linee di finanziamento attivate con le banche aderenti ad un apposito protocollo per l’acquisizione di liquidità.

I destinatari del bonus sono i titolari di utenze di tipo domestico, con esclusione delle utenze delle seconde case, delle utenze con potenza installata superiore a 4,5 kw/h e delle utenze intestate a soggetti beneficiari della quota integrativa dell’Assegno unico provinciale da 400 a 650 euro in base al numero dei figli. Il valore del bonus ammonta a 180 euro.

L’erogazione del bonus avverrà direttamente in bolletta attraverso un accordo tra Comunità di valle e venditori di energia elettrica. L’utente si vedrà accreditare il bonus sulla prima fattura utile del 2023. La manovra della Giunta di 40 milioni di euro comprende anche altre opere importanti. Via libera al fotovoltaico con l’abbattimento totale dei oneri per l’installazione del fotovoltaico. Chi investe in energie rinnovabili avrà anche diritto ad uno sconto fiscale.