Legge 104, come il nuovo Governo intende cambiarla

Se parla molto, nel caso del nuovo governo di centrodestra, della riforma alla Legge 104. Si tratterebbe di una serie di interventi atti a rendere più efficaci le misure a sostegno di quei cittadini che hanno maggiormente bisogno di attenzioni, sia mediche che sociali.

La Legge 104 è la legge che tutela le persone con disabilità di vario tipo, sia fisiche che mentali. La legge prevede diverse tutele in base alle condizioni del cittadino, da un sostegno economico al cittadino stesso e alla famiglia per le cure mediche, all’introduzione di misure che consentano di trovare lavoro più facilmente, e molto altro.

Tutelati dalla Legge 104
Foto ANSA

Con la vittoria del centrodestra alle elezioni politiche del 2022, si pensa che si possa mettere in atto una riforma della Legge 104. Il programma di Giorgia Meloni si esprime proprio in tal senso, mettendo in chiaro la volontà di Fratelli d’Italia di prendere in mano la Legge 104 e renderla più efficace, aumentando le possibilità per le persone con disabilità e le loro famiglie.

Quali interventi farà Giorgia Meloni alla Legge 104

Il primo intervento previsto dalla plausibile riforma della Legge 104 con il nuovo governo sarebbe l’aumento dell’assegno di invalidità per i tutelati dalla Legge 104 e le lor famiglie. Ad oggi l’assegno ha un importo pari a 291,88 euro, una somma molto esigua, che non può provvedere alle esigenze mediche e sociali di una persona con disabilità e bisogno di cure costanti. Sopratutto in questo periodo di aumento dell’inflazione.

Si intende poi agire al livello nazionale sulle difficoltà oggettive delle persone con disabilità nella vita di tutti i giorni. Si procederebbe quindi con l’abbattimento delle barriere architettoniche negli ambienti urbani, pubblici e privati, intervendo come e dove possibile per permettere un più facile passaggio a tutti in qualsiasi ambiente. Questo si accompagna anche a un intervento a favore dell’accesso di persone con disabilità nel mondo del lavoro, con il rafforzamento delle decontribuzioni in caso di assunzioni di soggetti con disabilità.

Giorgia Meloni
Foto ANSA

Non si hanno ancora notizie concrete su cosa comporterà questa riforma. Per il momento queste sono tutte ipotesi, e anche se i portavoce di Fratelli d’Italia dicono che la riforma sarà confermata e resa operativa in tempi brevi, non si hanno ancora certezze di quello che ci sarà scritto.