Superbonus crolla da 110 a 80 %. Così la crisi sta per cambiare tutto

Si è verificato un crollo del Superbonus che è passato dal 110 all’80 %. La crisi sta cambiando le carte in tavola: ecco cosa sta succedendo.

Il Superbonus è una misura che rientra negli interventi in ambito edilizio volti a incentivare il miglioramento della propria abitazione nell’ottica di una maggiore efficienza energetica e di un maggiore adeguamento sismico.

Superbonus 110%

Con la vittoria di Giorgia Meloni alle ultime elezioni del 25 Settembre scorso, molte persone si chiedono quale sarà il destino del Superbonus. Il premier uscente, Mario Draghi, aveva già fatto sapere di non essere intenzionato a prorogare la misura per via dell’elevato costo per lo Stato a fronte anche delle numerosissime truffe messe in atto a partire dalla sua introduzione. Chiaramente, ora è necessario attendere l’insediamento del nuovo Governo in Parlamento per capire in che modo si avrà intenzione di intervenire. E’ pur vero però che come già era stato previsto il Superbonus per i lavori di efficientamento energetico o di adeguamento sismico delle abitazioni unifamiliari non esisterà più. Continuerà a restare, invece, nel caso dei lavori condominiali per tutto il 2023. Ad ogni modo, è molto probabile che il nuovo Governo deciderà di operare una riduzione dello sconto passando dal 110% all’80% se non meno. A tal proposito, Antonio Tajani di Forza Italia, ha spiegato che senza ombra di dubbio il Superbonus è un provvedimento importante in quanto mira a sostenere il settore dell’edilizia che negli ultimi anni ha affrontato non poche difficoltà.

Di conseguenza, secondo Tajani più che sull’abolizione del provvedimento è auspicabile ragionare su una riduzione dell’agevolazione. In ogni caso, stando a quanto trapelato, le situazioni attualmente aperte non saranno in alcun modo pregiudicate. In poche parole, le famiglie e le imprese che hanno fatto richiesta del bonus e che dunque presentano lavori già avviati non hanno motivo di temere in quanto saranno tutelate tutte le situazioni. Alla luce di quanto appena detto, comunque, non resta che attendere quali saranno gli sviluppi nelle prossime settimane per quanto concerne una misura che nonostante i molti punti critici ha rappresentato per molti italiani una misura estremamente importante grazie alla quale poter avviare i lavori sulla propria abitazione.