Risparmio sugli elettrodomestici, che differenza c’è tra stand by ed inutilizzo

Quando si parla di risparmio dell’energia viene continuamente sottolineata l’importanza di spegnere gli apparecchi elettrici a casa invece che lasciarli in stand by. Da cosa deriva questo consiglio? Qual’è la differenza tra un apparecchio in stand by e uno spento?

Siamo in una situazione per cui ogni minima quantità di energia può essere vitale. Il risparmio energetico è già una risorsa importantissima per tutte le famiglie italiane e lo sarà ancora di più nei prossimi mesi. Questo alla luce del previsto aumento del prezzo del gas che ci sarà da ottobre a dicemrbe 2022 e che non è ancora certo tornerà ad abbassarsi.

Televisore spento
Foto ANSA

Occorre quindi avere bene in mente una strategia per risparmiare energia elettrica e gas in casa, in modo da ridurre il consumo. L’ente pubblico per la ricerca sulle energie alternative italiano, ENEA, da diverse settimane sta continuando a proporre consigli per il risparmio energetico e in ogni comunicato si sottolinea l’importanza dello staccare le spine dalle prese di corrente quando non si utilizzano i dispositivi ad esse collegati.

Spegnere non basta, occorre staccare la spina

La differenza fondamentale tra un apparecchio in stand by e uno inutilizzato è il consumo di energia. Un esempio perfetto e visibile è il televisore. Quando viene spento, il televisore va in stand by, quindi minimizza il consumo energetico perché non in funzione. Le smart tv di nuova generazione cosumano praticamente niente quando in stand by, grazie alla tecnologia auto off, che riduce a 0 i consumi 10 minuti dopo lo spegnimento dell’apparecchio.

Il motivo per cui si consiglia di staccare la presa di corrente fa riferimento quasi esclusivamente agli apparecchi televisivi più vecchi, che non dispongono della tecnologia auto off. In questo caso il televisore finisce per consumare un po’ di energia anche quando è stand by, anche solo per mantenerlo più reattivo al comando di accensione.

Bolletta della luce
Foto ANSA

Sotto questo aspetto, un grosso aiuto in casa può arrivare dalle prese Puping Tap. Si tratta di apparecchi da applicare alle prese di corrente con un meccanismo a tempo che fa espellere automaticamente la spina dell’apparecchio dopo 10 minuti dalla messa in stand by di questo. Altro apparecchio molto utile in questo caso sono le ciabatte con interruttore, che possono essere spente per interrompere il flusso di corrente ed evitare sprechi. Purtoppo in Italia nessuno di questi due apparecchi ha riscontrato grande successo.