Strade buie e serrande abbassate, arriva il lockdown della luce

Si prospetta una vacanza di Natale particolarmente buia quest’anno in molte città italiane. La crisi dell’energia porta molti comuni a voler risparmiare sulla corrente elettrica, diminuendo la spesa per le luci di Natale. Prepariamoci a dei festeggiamenti molto meno sfavillanti del solito.

I Comuni tenderanno al risparmio durante queste vacanze di Natale. Possiamo dimenticarci delle consuete luminarie delle feste, con le città illuminate a giorno per le notti tra Natale e capodanno, il problema del prezzo del gas colpisce anche le casse dei comuni, che non hanno intenzione di permettere sprechi.

Luci del Pozzo di San Patrizio, Orvieto
Foto ANSA

A Milano le luci di Natale staranno accese per meno tempo rispetto al solito, a Roma si sta ancora discutendo sul piano di risparmio energetico, e anche a Torino il sindaco Stefano Lo Russo, interpellato a proposito di un eventuale spegnimento della Mole Antonelliana, ha detto che farà di tutto per evitarlo.

Natale al buio nel 2022, si tende al risparmio energetico

Il problema del rincaro dell’energia colpisce anche le casse dei comuni di tutta Italia, che decidono di evitare spese superflue andando a risparmiare sulle decorazioni natalizie. Non certo una sopresa. Visto quanto male il caro energia sta facendo ai cittadini, era più che logico che anche i comuni avrebbero cercato di tirare a risparmio per non far pagare altre spese extra.

I problemi in varie città italiane per l’utilizzo degli addobbi luminosi per Natale sono diversi. In molte città sono previsti giochi di luci e coloro da visionare durante il periodo natalizio, spettacoli che, per forza di cose, dovranno essere rivisti in funzione della necessità di risparmiare energia. In alcuni casi potrebbero essere completamente eliminati. Un peccato per la buona riuscita delle feste, certamente, ma le nostre tasche ringrazieranno.

Proteste contro le bollette
Foto ANSA

Il Comune di Firenze, per fare un esempio, sta pensando di sostituire il Light Festival in programma per quest’anno con delle luci meno appariscenti. A Bergamo tutte le luci di Natale saranno a basso consumo e collegate a un timer che le faccia spengnere dopo una certo orario notturno. A Napoli la cittadinanza ha lanciato una petizione per richiedere alla Regione, al Comune e alla Camera di Commercio, di proseguire con il bando dello spettacolo “Luci d’Autore”, al momento sospeso.