Pensioni, cosa farà Giorgia Meloni

Molte persone si stanno chiedendo cosa farà Giorgia Meloni con le pensioni. Cosa c’è da sapere al riguardo.

La vittoria alle ultime elezioni politiche di Giorgia Meloni sta spingendo molte persone a chiedersi quali saranno le mosse che la leader di Fratelli d’Italia metterà in atto in materia di pensioni.

Tanto per cominciare va detto che con il nuovo anno, non saranno più in vigore Quota 100, Quota 102 e Opzione Donna. Chiaramente, senza un intervento da parte del nuovo Governo si assisterebbe al ritorno della Legge Fornero che prevede il pensionamento al raggiungimento dei 67 anni di età e 20 anni di contributi. A tal proposito, il centrodestra è diviso sugli interventi da mettere in atto. La Lega ad esempio sarebbe per introdurre Quota 41 che prevedrebbe il pensionamento al raggiungimento dei 41 anni di contributi, al di là dell’età anagrafica. Secondo l’INPS, però, questo sistema sarebbe piuttosto dispendioso per lo Stato arrivando a costare fino a 13, 14 miliardi di euro. Si tratta dunque di una possibilità che attualmente risulta essere distante da quelle che sono le reali risorse economiche a disposizione.

In riferimento a Forza Italia, invece, nel programma elettorale veniva fatto riferimento alla volontà di aumentare le pensioni minime a mille euro. Anche questa misura però si scontrerebbe con la situazione attuale relativa alle casse dello Stato. Procedere nella direzione ipotizzata dal partito di Silvio Berlusconi infatti richiederebbe risorse di cui non si dispone. In ultima analisi, Fratelli d’Italia sarebbe favorevole all’adeguare l’età pensionabile a quella che risulta essere la speranza di vita. All’interno del programma elettorale peraltro è stato contemplato anche l’anticipo della pensione sociale all’età di 60 anni per coloro che si trovano in condizioni di particolare disagio economico. Giorgia Meloni, infine, ha espresso anche il suo favore nei confronti dell’inserimento in maniera strutturale di Opzione Donna. Questa tra le altre cose si vorrebbe estendere anche a favore degli uomini. Alla luce di quanto appena detto, non resta che attendere quelle che saranno le decisioni del nuovo Governo. In ogni caso, le aspettative degli italiani sul nuovo esecutivo sono molto elevate per questo la Meloni dovrà essere in grado di non disattenderle.