Bonus edilizi, attenti alla data del 31 dicembre

La scadenza del 31 dicembre è molto importante per chi decide di ristrutturare casa sfruttando i bonus del Governo a disposizione.

Il 31 dicembre 2022 scadranno molti bonus legati alla casa ed in generale al mondo dell’edilizia. Chi intende usufruire delle detrazioni fiscali previste deve dunque muoversi. Bisogna monitorare attentamente tutti i passaggi in attesa di capire se ci sarà una proroga oppure no di tutte le agevolazioni previste dai vari bonus. Di seguito pubblicheremo tutti i bonus ancora in vigore con le relative detrazioni fiscali.

Bonus edilizi in scadenza 31 dicembre 2022

Quali sono bonus casa in scadenza il 31 dicembre 2022

Il primo bonus in scadenza il 31 dicembre 2022 è quello relativo alle facciate che consente detrazione al 60% per riqualificazione facciate edifici ubicati in zona A e B. L’agevolazione spetta solo però sulle parti dell’involucro esterno dell’edificio visibili su strada. Non spetta invece per le opere realizzate sulle facciate interne dell’edificio, se non sono visibili su strada o da un suolo ad uso pubblico.

L’altro è il Superbonus al 110% che potrebbe cambiare rispetto a quello attuale qualora non vi sia una proroga anche per l’anno 2023. Come è noto, il Superbonus si suddivide in due tipologie di interventi: il Super Ecobonus agevola i lavori di efficientamento energetico e il Super Sismabonus incentiva quelli di adeguamento antisismico. L’incentivo consiste in una detrazione del 110% che si applica sulle spese sostenute da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali e, per la parte di spesa sostenuta nell’anno 2022, in quattro quote annuali di pari importo. I beneficiari possono scegliere se:

Bonus casa 2022
  • utilizzare direttamente la detrazione al 110%, pagando meno tasse e recuperando in cinque anni più di quanto hanno speso (in quattro per le spese sostenute nel 2022),
  • cedere il credito d’imposta a terzi, ottenendo subito liquidità, o
  • esercitare l’opzione dello sconto in fattura, effettuando i lavori senza alcun esborso monetario.

L’ultimo bonus in scadenza è quello dei mobili. Consiste in una detrazione IRPEF del 50 per cento su un importo massimo di 10.000 euro per il 2022 per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici. Il bonus è confermato anche per i prossimi due anni ma si riduce il tetto: sarà di un massimo di 5.000 euro per il 2023 e il 2024. Importante dunque non perdere questa possibilità per ricevere una importante agevolazione fiscale entro la fine di questo anno. Chiaramente le spese sostenute dovranno essere tracciabili.