“Carte di credito? Meglio non usarle”

L’avvertimento sull’utilizzo delle carte di credito arriva dall’intervento durante un talk show radiofonico del nosto squalo della finanza Mark Cuban. Il miliardario statuninitense afferma che non sono lo strumento migliore per via dei tassi troppo alti.

Chi segue il mondo della finanza americana avrà di sicuro almeno sentito parlare del miliardario e guru della finanza Mark Cuban. Il miliardario americano non è nuovo a uscite pubbliche in cui si scaglia contro lo strumenti, ormai diffusissimo, delle carte di credito quale strumento preferenziale di risparmio e investimento. Cuban riporta una statistica della Federal Reserve che indica come i tassi medi delle carte di credito si attestino sul 16,25%. Decisamente troppo alto per qualcuno che vuole fare degli investimenti.

Stop alle carte di credito
Foto ANSA

Il consiglio di Cuban è quello di liberarsi per sempre delle carte di credito e non pagare più questi folli tassi di interesse. Piuttosto, il miliardario suggerisce di richiedere un prestito personale, cioè una forma di credito rateale da rimborsare con incrementi regolari in un determinato periodo di tempo.

Carte di credito, fate attenzione

Tassi di interesse così alti come quelli riportati dal Federal Reserve secondo Cuban fanno disperdere il patrimonio delle persone e pongono un’ostacolo alla possibilità di investimenti mensili delle persone. Questo sarebbe estremamente contrario a chi vuole essere o diventare ricco. A maggior ragione, spiega ancora Mark Cuban, per il fatto che se si spende oltre il proprio limite, quindi quando si va con il conto in rosso, la carta di credito richiedere un extra che può essere evitato.

In alternativa il prestito personale ha un tasso molto più basso, intorno all’8,73% secondo la Federal Reserve. Con un buon punteggio di credito si può ottenere un tasso di interesse più basso e una volta finiti i fondi del prestito personale si può sempre riceverne un altro. Questo è pensato, ovviamente, in un’ottica di investimenti mensili.

Mark Cuban
Foto ANSA

Non sono mancate le critiche a questa posizione di Mark Cuban, non confdivisa da tutti nel mondo della finanza. Per quanto la sua proposta sia interessante, in molti ci tengono a sottolineare come la carta di credito sia comunque uno strimento molto importante per il risparmio. In primo luogo per quanto riguarda la sicurezza online, visto che pochi altri servizi di risparmio vantano standard di sicurezza online alti quanto le carte di credito. In generali molti esperti sono concordi sul fatto che chi utilizza la carta per molti pagamenti giornalieri ha decisamente più vantaggi.

Impostazioni privacy