Bonus casa, quali verranno cancellati nel 2023

A seguito della Manovra del governo ci saranno molte modifiche sugli incentivi. Ecco quali bonus casa verranno cancellati

Il nuovo governo di Centrodestra, a guida Giorgia Meloni, ha deciso di emanare la prime modifiche ad alcune misure considerate importanti per quello che sarà il programma di governo. Uno dei punti chiave su cui il governo vorrà intervenire sarà quello relativo alle misure economiche nate per incentivare lavori all’interno delle strutture abitative.

Cantiere edile
Ecco quali sono i bonus casa che verranno eliminati nel 2023 e quali il governo Meloni ha deciso di non rinnovare per l’anno nuovo, Missionerisparmio

Tra questi metodi di incentivo vi sono anche quelli pensati per sostenere l’acquisto di mobili, come l’ecobonus, il Superbonus e il bonus acqua potabile. Sono state numerose le critiche fatte in questi anni riguardo ad un potenziale spreco di denaro e di risorse pubbliche ed è per questo che l’esecutivo di Giorgia Meloni ha deciso di intervenire pesantemente. Dunque, ecco quali bonus casa verranno cancellati nel 2023.

Ecco i bonus casa che verranno cancellati nel 2023

A seguito della nuova legge di Bilancio varata dal governo Meloni molti incentivi economici saranno riformati. I cittadini, infatti vedranno modificarsi numerose forme di sostegno relative all’acquisto di mobili ed elettrodomestici, oltre a migliorare per i propri appartamenti ed edifici abitatiti. Ma ci sono alcune di queste misure che sono state modificate o addirittura eliminate. Ecco, quindi, i bonus casa che verranno cancellati nel 2023.

Tra le misure che verranno cancellate vi è quella del Superbonus 110%, In teoria, più che di una cancellazione si tratta di una modifica sostanziale, che però cambia davvero molto rispetto alla misura inziale. Dal 1° gennaio 2023, infatti, la detrazione prevista dalla misura del Superbonus non sarà più, appunto, del 110%, ma scenderà fino al 90%.

Agenzia Entrate
Ecco quali sono i bonus casa che verranno eliminati nel 2023 e quali il governo Meloni ha deciso di non rinnovare per l’anno nuovo, Missionerisparmio

Le villette unifamiliari che avranno visto terminare i lavori entro il 30 settembre 2022, o che sono arrivati ad un completamento della ristrutturazione di almeno il 30%, potranno ancora usufruire della detrazione del 110%, ma solo fino al 30 marzo 2023. Rientrano nella detrazione al 90% fino al 31 dicembre 2023 anche le villette per cui il proprietario ha un reddito di riferimento per un massimo di 15mila euro.

Per quanto riguarda, invece, i bonus casa che verranno cancellati rientra tra questi il bonus facciate. La misura era in scadenza a dicembre 2022, ma il governo Meloni ha deciso di non rinnovarla. Ci sarà invece la proroga per quanto riguarda i bonus mobili: sarà quindi possibile avere la detrazione del 50% sull’acquisto di grandi elettrodomestici (che soddisfano requisiti di sostenibilità) e mobili.