Pensioni Inps di giugno, pagamenti in anticipo: le novità

Le pensioni e le prestazioni Inps verranno pagate in anticipo per i prossimi tre mesi, quindi giugno, luglio e agosto. Vediamo meglio le novità.

La notizia era già stata anticipata ma ora arriva l’ufficialità. Le pensioni e le prestazioni Inps verranno pagate in anticipo per i prossimi tre mesi, quindi giugno, luglio e agosto. Con la proroga dello stato di emergenza dal 30 aprile al 31 luglio 2021, il governo Draghi, in accordo con l’Istituto di previdenza sociale e con Poste Italiane, ha optato per lo scaglionamento del ritiro delle pensioni, come avviene dall’ inizio della pandemia. Proprio per agevolare il ritiro in sicurezza presso i propri sportelli ai titolari delle varie prestazioni, Poste Italiane ha optato per il pagamento in anticipo dei trattamenti pensionistici; degli assegni; delle pensioni; delle indennità di accompagnamento per gli invalidi civili.

Leggi anche: Bonus Inps per le famiglie, quali si possono richiedere e chi ne ha diritto

Allo scopo di agevolare Poste Italiane nella gestione dell’accesso agli sportelli da parte dei titolari del diritto alla riscossione delle prestazioni previdenziali corrisposte dall’Inps, con la nuova ordinanza – n. 778 del 18 maggio 2021 – la Protezione civile ha chiarito le modalità per il pagamento delle prestazioni in anticipo. Verranno quindi erogati prima i trattamenti pensionistici; poi assegni, pensioni e indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili.

Leggi anche: Chiudono i Disney Store in Italia, a rischio 230 posti di lavoro

Le prossime date:

  • pagamento di giugno: effettuato dal 26 maggio al 1° giugno 2021
  • pagamento di luglio: effettuato dal 25 giugno al 1° luglio 2021
  • pagamento di agosto: effettuato dal 27 luglio al 31 luglio 2021.

Le pensioni e gli assegni di invalidità verranno accreditati a partire da mercoledì 26 maggio, da venerdì 25 giugno e martedì 27 luglio per i titolari di un Libretto di Risparmio; titolari di un Conto BancoPosta; titolari di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti da oltre 7mila ATM Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello. Chi ritira invece la pensione in contanti in ufficio postale, dovrà presentarsi agli sportelli rispettando turni e calendari. Infine, coloro che ricevono la pensione e l’assegno in banca dovranno attendere il primo giorno bancabile del mese, e cioè martedì 1° giugno, giovedì 1° luglio e lunedì 2 agosto 2021.